Esonero vicinissimo per Gasperini. Moratti: “Non credo che resterà”

Come prevedibile, visto il pessimo inizio di stagione culminato nel tracollo di ieri sera contro il Novara, il presidente dell’Inter, Massimo Moratti, si accinge a dare il benservito al proprio allenatore Gian Piero Gasperini dopo sole tre giornate di campionato disputate. Il numero uno del club con sede in via Durini, intervistato all’entrata dei suoi


Come prevedibile, visto il pessimo inizio di stagione culminato nel tracollo di ieri sera contro il Novara, il presidente dell’Inter, Massimo Moratti, si accinge a dare il benservito al proprio allenatore Gian Piero Gasperini dopo sole tre giornate di campionato disputate. Il numero uno del club con sede in via Durini, intervistato all’entrata dei suoi uffici della Saras, ha infatti liquidato il tecnico con queste parole:

“Gasperini? Non credo che resti. La sua è una situazione difficile da tutti i punti di vista. Vedremo in giornata. Non mi è piaciuto niente della partita di ieri. Adesso vedremo che cosa fare in giornata, ma la sua situazione mi sembra molto difficile, sotto tutti i punti di vista. Colpa di un problema di feeling tra Gasperini e i giocatori? No, quello proprio credo di no”.

La conferma indiretta arriva anche da Appiano Gentile, dove l’allenamento di questa mattina è stato guidato dal vice Beppe Baresi. Comincia intanto ad impazzare il toto-allenatore con Claudio Ranieri che sembra favorito davanti a Delio Rossi. Altri possibili nomi sono quelli di Walter Zenga, Figo, Roberto Baggio, Louis Van Gaal e Quique Sanchez Flores.