Fenerbahçe, la partita bandita agli uomini: allo stadio solo donne e bambini

Donne e bambini allo stadio del Fenerbahce: in Turchia la partita è vietata agli uomini

Lo scorso martedì il Fenerbahçe, storica squadra della parte asiatica di Istanbul, ha pareggiato 1-1 in casa contro il Manisaspor, il primo passo falso dopo due vittorie di fila; la gara molto probabilmente passerà alla storia, non tanto per quanto accaduto sul rettangolo verde, ma per l’incredibile idea avuta dalla dirigenza del club gialloblu che ha sfruttato una sanzione a sfavore in una opportunità senza precedenti. Dopo una barbara invasione di campo dei caldissimi (forse fin troppo) tifosi dei canarini lo scorso luglio in una amichevole contro lo Shakthar Donetsk, la Federazione turca aveva imposto che l’impianto sito a Kadikoy restasse a porte chiuse per due match di campionato. Da qui l’idea: perché non permettere l’ingresso, gratuito, a sole donne e bambini under 12?

Detto fatto, la Federazione ha dato l’ok con il placet dell’Uefa che ha pure mandato un suo emissario (una donna, ovviamente) a visionare l’esperimento. Ebbene, l’iniziativa è stata un successo: 41mila voci bianche ad incitare Ziegler e compagni, con gli uomini di casa relegati con rassegnazione all’esterno del Şükrü Saraçoğlu. Tanto il sostegno ai giocatori (che hanno ricambiato con dei fiori prima della partita), incredibilmente applauditi anche gli avversari, come da copione a fine gara tutti i giocatori non hanno lesinato interviste in cui si sono detti entusiasti della cosa. E, come ovvio, ha parlato anche il presidente del club, attualmente agli arresti domiciliari per lo scandalo delle combine (il Fenerbahce in sé è stato escluso dalla Champions ma non ha ricevuto sanzioni in Turchia):

“Ho visto le lunghe code per avere un biglietto, ho visto ragazzini, bimbi e donne vestire coi colori del club, vi ho ascoltato dire tutti insieme Fenerbahçe e ci avete dato un grande supporto. Grazie a tutti voi per avermi fatto sentire emozioni così speciali”.

Questo quanto detto da Aziz Yildirim tramite il sito ufficiale del club; da segnalare che allo stadio erano decine e decine le donne che indossavano una maglietta che ritraeva il presidente in segno di solidarietà. Rimane comunque un esperimento singolare, qualcosa che sicuramente si potrà esportare in futuro.

Donne e bambini a vedere il Fenerbahce

Donne e bambini a vedere il Fenerbahce
Donne e bambini a vedere il Fenerbahce
Donne e bambini a vedere il Fenerbahce

Donne e bambini a vedere il Fenerbahce

Donne e bambini a vedere il Fenerbahce
Donne e bambini a vedere il Fenerbahce
Donne e bambini a vedere il Fenerbahce
Donne e bambini a vedere il Fenerbahce
Donne e bambini a vedere il Fenerbahce
Donne e bambini a vedere il Fenerbahce
Donne e bambini a vedere il Fenerbahce
Donne e bambini a vedere il Fenerbahce
Donne e bambini a vedere il Fenerbahce
Donne e bambini a vedere il Fenerbahce
Donne e bambini a vedere il Fenerbahce
Donne e bambini a vedere il Fenerbahce
Donne e bambini a vedere il Fenerbahce
Donne e bambini a vedere il Fenerbahce
Donne e bambini a vedere il Fenerbahce
Donne e bambini a vedere il Fenerbahce