L’arbitro Moreno condannato a due anni di reclusione per traffico internazionale di stupefacenti

L’ex arbitro ecuadoregno Byron Moreno, arrestato un anno fa a New York per traffico di droga, è stato condannato a due anni e mezzo di carcere. Il suo nome è indissolubilmente legato a quella maledetta partita dell’Italia del Trap contro la Corea del Sud nel 2002.


Un anno fa l’arbitro ecuadoregno Byron Moreno, di cui noi italiani non riusciremo mai a dimenticare la prestazione nella partita con la Corea del Sud ai mondiali del 2002, fu arrestato all’aeroporto di New York: l’accusa era pesantissima, traffico internazionale di stupefacenti. L’uomo venne fermato con sei chili di eroina nascosti nei pantaloni, mentre provava, evidentemente con poca fortuna, a superare i controlli della dogana americana.

Da allora Moreno ha trascorso i suoi giorni in carcere, si racconta che sia stato un detenuto modello. In virtù di questo e anche del pentimento manifestato subito dopo l’arresto, i suoi legali speravano in una condanna abbastanza morbida. Ieri si è concluso il processo che lo ha visto alla sbarra come imputato e si può dire che i giudici in qualche modo abbiano tenuto in considerazione le attenuanti: a fronte dei dieci anni di pena massima prevista per questi reati, la giuria ha scelto di condannarlo a soli, per modo di dire, due anni e mezzo.

Questa è l’ultima delle vicende fuori dalle righe legate a Moreno. Oltre alla clamorosa direzione arbitrale di Italia – Corea del Sud, come possiamo non ricordare i 13 minuti di recupero concessi in una partita del campionato ecuadoregno tra Deportivo Quito e Barcelona Sporting Club, la squadra della capitale riuscì grazie a quel largo extra time a ribaltare i risultato e vincere per 4-3. In quel periodo Moreno era candidato a sindaco di Quito e in quel modo sperava di ingraziarsi gli elettori, la federazione esasperata decise allora di impedirgli di arbitrare. Per la cronaca fu assolto dall’accusa di aver manipolato il risultato della partita, ma non vinse comunque le elezioni.