Davide Lippi in difesa di Giorgio Chiellini: “Ne fanno un capro espiatorio”

Davide Lippi interviene in difesa di Giorgio Chiellini, il procuratore parla delle ultime prestazioni del suo assistito e ritiene che ci sia stato troppo accanimento contro di lui.


Gli ultimi due passi a vuoto della Juventus hanno visto salire sul banco degli imputati uno dei giocatori simbolo dei bianconeri, Giorgio Chiellini, uno dei più amati dalla tifoseria, protagonista però di un inizio di stagione non esaltante. Sul difensore livornese sono piovute le critiche degli addetti ai lavori, anche noi di Calcioblog abbiamo evidenziato come le prestazioni del giocatore non siano state all’altezza delle aspettative e i suoi errori hanno contribuito non poco nei due pareggi consecutivi.

In difesa di Chiellini è sceso il suo procuratore Davide Lippi che ai microfoni di calciomercato.it ha definito senza mezze misure eccessive le critiche al suo assistito: “Le critiche fanno parte del gioco, ma mi sembrano eccessive: come sempre si sta cercando un capro espiatorio. Non ha nemmeno bisogno di essere difeso, perché è sempre stato tra i migliori negli anni difficili della Juve, ha sempre dato il massimo e ci ha sempre messo la faccia”. La discussione poi si sposta sulla stretta attualità, sulla partita del Massimino:

“Entrando nel merito, peraltro, non mi sembra che abbia grosse colpe sul gol di Bergessio di ieri: quando un attaccante ti sbuca da dietro c’è poco da fare. Semmai ha sbagliato nel finale con Suazo, ma un errore in carriera ci può stare e invece adesso sembra che ogni volta che la Juventus prende gol sia colpa di Chiellini”.

Per onor di cronaca bisogna però registrare anche la disattenzione contro il Bologna, è stato il centrale della nazionale a perdersi Portanova che è stato poi libero di colpire di testa e battere Buffon pareggiando così la rete di Vucinic. A sentire l’agente però Chiellini e tranquillo sebbene dispiaciuto per il momento di forma non brillantissimo:

“L’ho sentito ed è tranquillo: è chiaro che non fa mai piacere prendere 4,5 in pagella, ma è un professionista serio e sa che si vivono momenti migliori ed altri meno lucidi. Gli sono state attribuite più colpe di quelle reali: ha commesso qualche errorino, speriamo che questo momento passi in fretta”.


E che il momentaccio finisca presto se lo augurano tutti, a partire da Antonio Conte. Non è escluso però che il tecnico bianconero non stia studiando qualche contromossa, in particolare lo spostamento di Chiellini sulla fascia sinistra, con il ritorno tra i titolare di Leonardo Bonucci, forse troppo in fretta ritenuto l’unico responsabile dei mali difensivi della Juventus. Di sicuro questa situazione non fa che rendere ancora più evidente quello che tutti sapevano e dicevano da mesi: la difesa bianconera aveva un gran bisogno di un uomo di grande esperienza lì dietro, e meno male che Barzagli sta rendendo molto oltre le aspettative, altrimenti sarebbero stati dolori.