Moratti teme la Roma e i palermitani insorgono

Tutto è cominciato con l’ intervista di Massimo Moratti a Play Radio prima della partita con il Parma nell’ ambito della trasmissione Sportweekend. ” Chi è più pericoloso tra Roma e Palermo? Sabato la Roma ha giocato benissimo. Potenzialmente dico la Roma per un fatto di abitudine e di rosa. E’ più concreta, ma non

Tutto è cominciato con l’ intervista di Massimo Moratti a Play Radio prima della partita con il Parma nell’ ambito della trasmissione Sportweekend.
” Chi è più pericoloso tra Roma e Palermo? Sabato la Roma ha giocato benissimo. Potenzialmente dico la Roma per un fatto di abitudine e di rosa. E’ più concreta, ma non si sa mai: vale anche lo spirito e il Palermo è su di morale”.
Una dichiarazione sincera, in pieno stile Moratti, senza mai negare il proprio pensiero e le proprie opinioni ai giornalisti, ma che stavolta ha fatto arrabbiare i tifosi rosanero. La netta vittoria contro i granata ha galvanizzato l’ ambiente che si prepara fra 2 settimane ad ospitare l’ Inter alla Favorita in quella che è una vera e propria sfida scudetto, impensabile e impronosticabile fino a un mesetto fa.
Gli uomini di Mancini troveranno un ambiente carico di entusiasmo fino all’ inverosimile e convinto di far cambiare idea al numero uno della società di via Durini, ricordando che già la scorsa stagione il Palermo fu la prima squadra ad infliggere un k.o. ai nerazzurri. Era il Palermo di Del Neri, quello che poi naufragò miseramente, ma che diede una lezione di gioco e agonismo agli avversari annichilendoli con 3 gol prima di resistere alla loro rimonta. Un 3 a 2 che sembra lontanissimo, anche perchè da allora son cambiati sia il tecnico friulano ora al Chievo e il suo successore Papadopulo che riuscì a portare i siciliani in Uefa.
Sicuramente i tifosi risponderanno in massa all’ appello di Guidolin che vuole più presenze allo stadio per questa cavalcata storica e sperano in una vittoria che convincerebbe il presidentissimo Zamparini ( stasera in televisione nel network di tv regionali che fa capo ad Antenna3 ) a investire nuovamente sul mercato di gennaio. Si parla di un difensore e soprattutto di un attaccante, con il sampdoriano Bonazzoli in pole position, anche se il sogno Tevez non è del tutto sfumato.