Guai in vista per Lucarelli

Cristiano Lucarelli Sempre sopra le righe, Cristiano Lucarelli, bomber del Livorno, è sempre protagonista, dentro e fuori del campo.

Da sempre apprezzato per la sua fedeltà ai colori amaranto, celebre per aver rifiutato offerte allettanti pur di rimanere nella squadra della sua città, ha saputo farsi conoscere anche per il libro "Tenetevi il miliardo", che racconta la scelta di vita del numero 99.

Note al pubblico anche le radicate convinzioni politiche del toscano, per le quali, proprio in questi giorni, rischia il deferimento con eventuale conseguente squalifica.

Secondo quanto riportato nella denuncia di un sindacato di polizia, il giocatore avrebbe detto, in un'intervista ad un'emittente toscana, che sarebbe stato disposto a farsi squalificare per seguire la sfida della sua squadra con la Lazio in compagnia di "5000 tifosi buoni, quelli con le catene al collo".

Lunedì Lucarelli è stato ascoltato nella sede della Figc da uno dei vice del capo dell'Uffico Indagini Borrelli, tentando di giustificare dichiarazioni potenzialmente molto pericolose vista la nota rivalità politica fra le due tifoserie.

"Non era mia intenzione alimentare la violenza perchè conosco i rischi di questa partita" le parole di Lucarelli, che assicura di essersi voluto riferire alle collane col granchio dei supporters amaranto "doc". Le due sfide di campionato fra Livorno e Lazio sono in programma il 17 dicembre al Picchi e il 6 maggio 2007 al ritorno all'Olimpico.

  • shares
  • Mail
10 commenti Aggiorna
Ordina: