Video – Trapattoni traduce il suo proverbio preferito: “No say the cat is in the sac”

Il tecnico italiano è protagonista di una nuova esilarante conferenza stampa. Per invitare alla cautela giocatori e giornalisti in vista del doppio confronto con l’Estonia per accedere ai prossimi europei traduce il suo proverbio preferito.

Le conferenze stampa di Giovanni Trapattoni sono sempre qualcosa di speciale, spesso il tecnico italiano ha deliziato le platee di giornalisti con le sue esibizioni. La più famosa resta probabilmente la sua sfuriata in tedesco contro Strunz ai tempi del Bayern Monaco, ma anche in Irlanda ha mantenuto alto il livello delle sue uscite pubbliche. Qualche mese fa aveva commentato lo scandalo calcioscommesse appena esploso nel nostro paese con la frase “Gli italiani vogliono avere l’uovo e la gallina col culo caldo, ma la gallina, fatto l’uovo, dice coccodé e se ne va”, scatenando l’imbarazzo e l’ilarità dei presenti.

Ora il Trap si è ripetuto alla vigilia dei match di qualificazione ai prossimi Europei della sua Irlanda contro l’Estonia. Al suo fianco come sempre Manuela Spinelli, l’interprete compagna storica del tecnico nelle sue avventure linguistiche, che si è trovata ad assistere alla traduzione del suo proverbio preferito: “Non dire gatto se non ce l’hai nel sacco!”. Ecco così che il celebre detto italiano che invita alla cautela si è trasformato nella versione inglese trapattoniana: “Be careful the cat, no say the cat is in the sac, when you have not the cat in the sac!”. Anche in questo caso i giornalisti presenti non hanno potuto far altro che ridere, mentre la “povera” Manuela si metteva le mani fra i capelli.

E pensare che il Trap lo aveva anche preparato un proverbio inglese utile alla circostanza, forse però il “Don’t jump the gun” non gli è parso abbastanza efficace, per questo ha deciso di chiamare in suo soccorso il famoso “gatto nel sacco”. Da italiani non possiamo far altro che essere felici per la verve che ancora anima questo grande allenatore e augurargli un in bocca al lupo sperando di poterlo ritrovare fra qualche mese in Polonia e Ucraina, lo meriterebbe davvero.

Ultime notizie su Campionati Europei di Calcio

europei 2020 giugno 2021

Tutto su Campionati Europei di Calcio →