Moratti: “Sono al fianco di Petrucci, se mi chiede un incontro non mancherò”

Dopo il botta e risposta tra la Andrea Agnelli e Gianni Petrucci, Massimo Moratti si è detto disponibile a sedersi al tavolo delle trattative


Alla fine il cerchio si è chiuso. Anche Massimo Moratti ha commentato le parole di questa mattina di Gianni Petrucci ed ha accettato di buon grado l’idea di sedersi ad un tavolo per affrontare il discorso Calciopoli con la mediazione dello stesso Petrucci. Il presidente nerazzurro invece non ha commentato le parole di Andrea Agnelli perché, secondo quanto ha riferito, non aveva avuto ancora modo di ascoltarle:

“Sono perfettamente d’accordo con il presidente del CONI Gianni Petrucci. Sono al suo fianco e condivido lo spirito e il senso di responsabilità con cui ha affrontato questo particolare momento del calcio italiano, che ci auguriamo possa tornare a essere soprattutto uno sport e meno un problema di tribunali… Un tavolo con Petrucci? Sarebbe un invito del presidente del Coni, che è una persona perbene ed è una istituzione importante. Non mi posso sottrarre e mi farebbe piacere”.

Si tratta sicuramente di un grande passo in avanti rispetto a qualche mese fa, ma certamente nessuno si potrà illudere che la situazione si risolverà in tempi brevi e semplicemente sedendosi ad un tavolo tutti insieme. Molto difficilmente la Juventus o l’Inter, nelle persone di Andrea Agnelli e Massimo Moratti, potranno trovare un punto di incontro sull’assegnazione dello scudetto del 2006. Molto probabilmente questo incontro, se ci sarà come sembra, porterà all’ennesimo “nulla di fatto” come avvenuto nel consiglio federale ed al tribunale del Tnas che hanno preferito sfilarsi dalla responsabilità di prendere una decisione in merito.

Ultime notizie su Calciopoli

Tutto su Calciopoli →