Amauri: “Mi sento da Milan, se mi vogliono sono felice”

Amauri inizia il conto alla rovescia per l’addio alla Juventus

di antonio


Amauri scalpita in vista del calciomercato di gennaio. L’attaccante italo brasiliano, accantonato del tutto dalla Juventus dopo la difficile finestra di mercato estiva, è stato intervistato da Sky Sport. Amauri chiama il Milan e dice praticamente addio alla squadra bianconera, senza rimpiangere il suo “no” al Marsiglia di qualche mese fa:

“Perchè non sono andato al Marsiglia….perchè in quel momento… a parte che le cose non sono andate proprio come è venuto fuori e come qualcuno ha detto su quello che è successo. Io non sono andato lì, c’è un motivo perchè non sono andato lì, sicuramente non era per i soldi. Mancavano delle cose, mancavano delle cose chiare. Adesso è inutile pensare a quello che è successo. Ormai ho preso una decisione, giusta o non giusta… sicuramente per come la penso io, non giusta, questo è sicuro”.

L’insofferenza del giocatore aumenta di giorno in giorno: “All’apertura mancano….io ho contato 35 giorni, con le feste. Poi il mercato…metti altri dieci giorni, quindi quaranta giorni, quarantacinque giorni. A gennaio andrò via dalla Juve, per forza”. Amauri svela il suo desiderio a tinte rossonere:

“Per adesso sento delle voci, sento delle cose, spero che il tutto vada in porto. Per adesso non posso dire magari cosa succede… Sicuramente c’è una squadra nella quale ho sempre sognato di giocare, quello è sicuro. Penso che qualsiasi giocatore, anche quelli che stanno facendo bene, quando si parla di Milan, fa piacere a tutti, perciò anche a me. Se dicono che il Milan vuole Amauri, mi rende felice, perchè comunque è segno che sono ancora un giocatore importante. Sì. Per quello che ho fatto mi sento un giocatore da Milan”.