Uefa agrodolce per le italiane

Contraddittoria prestazione per le due formazioni italiane (il Livorno riposava) impegnate in Coppa UEFA. Il Palermo spumeggiante di questo inizio stagione, capace di tener testa all’Inter tritasassi in campionato, cade pesantemente in Turchia contro il comunque quotato Fenerbache. Un “cappotto” che non ammette repliche. Rosanero mai in partita e gialloneri, allenati da un certo Zico,

di



Contraddittoria prestazione per le due formazioni italiane (il Livorno riposava) impegnate in Coppa UEFA. Il Palermo spumeggiante di questo inizio stagione, capace di tener testa all’Inter tritasassi in campionato, cade pesantemente in Turchia contro il comunque quotato Fenerbache. Un “cappotto” che non ammette repliche. Rosanero mai in partita e gialloneri, allenati da un certo Zico, padroni del campo. 3-0 firmato Appiah, Lugano Tuncay Şanlı. Cammino nella manifestazione compromesso in un girone già proibitivo nel quale, oltre ai turchi, fanno parte anche Newcastle, Celta Vigo e Eintracht Francoforte. Compromesso ma non perduto, perchè il Palermo, ieri in formazione largamente rimaneggiata, ha 3 punti (tanti quanti il Fenerbache, ma con una partita in più) ed è terzo, mentre comandano gli inglesi a punteggio pieno. Tenendo conto che passano le prime due e le migliori terze, si può andare avanti.

Resta da vedere quanta voglia abbia il Palermo di consumare energie in una compertizione con sempre meno fascino, che rischierebbe di distrarre i siciliani da un probabilissimo piazzamento Champions, magari senza nemeno passare per i preliminari.
Bisogna anche capire quali siano le indicazioni date a Guidolin dal vulcanico Zamparini che, pur non volendo sentir parlare di scudetto (“punteremo al titolo nella stagione 2008/09, non prima”), ha dimostrato di tenere molto di più al big-match contro l’Inter di domenica sera, che al mercoledì di Coppa. Staremo a vedere.
D’altra parte, il Parma arrancante in Italia, che molti danno già per spacciato, ha vinto con i suoi giovani talentuosi una partita complicatasi dopo venti minuti, a motivo dello svantaggio subito contro gli olandesi dell’Heerenveen.
Reazione importante dei ducali che, nonostante l’abbondante turn-over, riesce a rimontare grazie alla doppietta del suo bomber Igor Budan, che permette alla propria squadra di mettere in cascina 3 punti pesanti. Infatti, i gialloblu guidano il girone D a punteggio pieno con due lunghezze di vantaggio sul Lens e sull’Odense (che ha una partita in più).
In attesa di raddrizzare la classifica nazionale, i tifosi parmigiani possono godersi le soddisfazioni europee.