Bundesliga, rinviata Colonia - Magonza: l'arbitro non c'è, ha tentato il suicidio


La Bundesliga è sotto shock: la partita tra Colonia e Magonza, valevole per il 13esimo turno di campionato, è stata rinviata a data da destinarsi ufficialmente per "non esser stati capaci di trovare un sostituto in tempi brevi". Il riferimento è all'arbitro 41enne, il tedesco di origine iraniane Babak Rafati, più di 150 partite tra prima e seconda serie nonché internazionale, designato per dirigere il match: con il RheinEnergieStadion come al solito gremito per la partita del sabato pomeriggio, con i giocatori già pronti e intenti a fare riscaldamento, non si è trovato il signor Rafati e, di conseguenza, neanche un sostituto. Il motivo? Dopo la perplessità iniziale si è capito il motivo della sua assenza: è stato infatti trovato nella sua stanza d'albergo con le vene dei polsi tagliate.

Per fortuna i soccorsi sono arrivati in tempo, fatto sta che Rafati ha tentato il suicidio e la sua situazione clinica rimane comunque grave; è stato Tobias Schmidt, responsabile dell'ufficio stampa del Colonia,a svelare i drammatici retroscena della vicenda, come ha poi riportato il Colonia Express prima e anche il sito ufficiale della Bundesliga poi. "E' difficile credere che qualcosa del genere possa accadere. Non trovo le parole, la salute è sempre la cosa più importante" ha detto Huub Stevens, tecnico dello Schalke04 oggi impegnato in casa contro il Norimberga, mentre a riferire alla stampa che Rafati è vivo è stato Claus Horstmann, dirigente del Colonia. Insomma una storia dai contorni purtroppo tristi e che rimanda al suicidio, due anni fa, del portiere dell'Hannover Robert Enke: curiosamente Babak Rafati è proprio di Hannover.

  • shares
  • Mail