Super Totti risponde a Matarrese e Platini

Che spettacolo ragazzi! Questa Roma vince (almeno in campionato), segna e si erge a simbolo del bel calcio negli stadi di tutta Italia. Totti è finalmente tornato il capitano trascinatore che per mesi è mancato alla squadra di Spalletti, e con un Francesco così sognare non è proibito, Inter permettendo. Il problema del momento, almeno

Che spettacolo ragazzi! Questa Roma vince (almeno in campionato), segna e si erge a simbolo del bel calcio negli stadi di tutta Italia. Totti è finalmente tornato il capitano trascinatore che per mesi è mancato alla squadra di Spalletti, e con un Francesco così sognare non è proibito, Inter permettendo.
Il problema del momento, almeno in termini mediatici, è un altro. Più il numero 10 gioca bene, più la questione Totti – nazionale torna d’attualità ed è tema di aspri dibattiti televisivi(a Controcampo, La Domenica Sportiva ecc). Ma il ragazzo di Porta Metronia sorride, gioisce, senza risparmiare una stoccatina a chi lo ha più volte criticato:
“Dedico i miei due gol uno a Platini e l’altro a Matarrese. Così vengono a vedere la Roma e non parlano a sproposito. Sono contentissimo che mi abbiano applaudito a prescindere dalla propria fede calcistica. Ho cercato di contraccambiare. Fa piacere segnare, fare questi gol, la gente paga il biglietto e va onorata. L’Inter ed il Palermo devono stare all’erta, una Roma così fa paura.”
Le impressioni di Mister Spalletti:
“Vittoria importante, perché abbiamo chiuso la partita lal fine del primo tempo. La squadra ha vinto meritatamente; il primo pensiero va ad Aquiliani che si è fatto male ieri. Se ho visto il gol di Ronaldinho? Non ho visto quello di Totti!(?)”
Un duello Roma – Milano affascinante ed equilibrato, speriamo fino a fine stagione. Rosa di fuoriclasse contro gioco Champagne, chi avrà la meglio?

via | Repubblica.it