Agitazione in casa Napoli: principio d'incendio in albergo e rapina alla moglie di Hamsik

marek hamsik

Non si può certamente dire che le ore prima della delicata sfida contro il Manchester City siano trascorse in maniera tranquilla a Napoli. Due eventi di cronaca hanno turbato la mattinata degli azzurri in raduno in occasione del match di stasera contro gli inglesi di Roberto Mancini. Il primo ha toccato da vicino Marek Hamsik: alla moglie è stata infatti rubata la macchina, una Bmw X6, da due balordi che l'hanno minacciata con una pistola. Il secondo episodio è invece accaduto nell'albergo dove riposa il gruppo alla ricerca della giusta concentrazione per la partita che si giocherà fra poche ore, un principio di incendio che ha costretto tutti all'evacuazione precauzionale ma che non ha causato danni se non un carico di stress non programmato.

Sicuramente più grave quello che è accaduto a Martina Franova, giocatrice di handball ad Atella. La ragazza, che tra l'altro è incinta, è stata avvicinata in mattinata da due uomini con il viso coperto da un casco integrale che le hanno intimato di scendere dalla sua Bmw minacciandola con un pistola, tutto questo è accaduto a Varcaturo. La donna, secondo il racconto della polizia, è apparsa molto scossa dall'episodio che non avrebbe lasciato, ovviamente insensibile, neanche il marito, Marek Hamisk. Addirittura potrebbe essere a rischio la sua presenza in campo stasera e per il Napoli sarebbe un bel guaio. Ricordiamo che lo slovacco stesso era stato vittima di una rapina nel dicembre 2008. Per la cronaca l'auto, dotata di antifurto satellitare, è stata presto rintracciata e restituita alla legittima proprietaria.

Diverso quello che è invece accaduto all'Holiday Inn di Castelvolturno poco dopo le 14: ad andare a fuoco è stata una canna fumaria delle cucine che ha provocato disagio e panico tra gli ospiti della struttura alberghiera. Alcuni giocatori hanno dovuto lasciare per precauzione le stanze dove stavano rilassandosi e soltanto dopo l'intervento dei vigili del fuoco hanno potuto farvi rientro. In questo caso non ci sono state conseguenze serie, a parte il disagio provocato dai momenti di agitazione vissuti. Inutile dire che Mazzarri e i suoi ragazzi avrebbero fatto volentieri a meno del fuori programma. Stasera comunque si scende in campo e sicuramente il Napoli sarà pronto a dare il massimo per provare a scrivere un'altra pagina memorabile in quest'avventura europea che ha dato già tante gioie ai tifosi partenopei.

  • shares
  • Mail