Allegri: "Milan coraggioso" - Guardiola: "Bella prestazione"


Milan e Barcellona hanno offerto a San Siro uno spettacolo molto gradevole segnando cinque gol e deliziando la platea con tocchi e gol sopraffini. I catalani anche stasera hanno dimostrato tutta la loro forza e sarà difficile per chiunque sottrarre lo scettro di campioni d'Europa alla squadra allenata da Pep Guardiola. -- Video di Milan-Barcellona 2-3 --

Il Milan però non ha sfigurato, anzi, può addirittura reclamare per il rigore subito: una decisione apparsa un po' fiscale quella dell'arbitro Stark a giudicare dal contatto tra Aquilani e Xavi. A fine partita Allegri è apparso ugualmente disteso e soddisfatto ai microfoni di Sky Sport, nonostante la sconfitta che ha pregiudicato per sempre il primo posto nel girone:

"Credo che abbiamo fatto una buona partita. Non posso rimproverare niente ai ragazzi. Fermare Messi? L'ideale sarebbe accorciare il più possibile, ma non sempre ci si riesce perché non ti dà punti di riferimento. Stasera qualcosa abbiamo sbagliato in questo senso, mentre avevamo fatto meglio nella partita di Barcellona. Stasera abbiamo giocato con più coraggio, cercando di sfruttare di più l'ampiezza. Dopo questa partita credo siamo sulla buona strada, abbiamo affrontato la squadra che gioca il miglior calcio del mondo. Sono contento perché volevo vedere a che punto eravamo per sfide di questo livello".

Dall'altra parte Guardiola ammette di essere molto felice per il risultato e torna con la mente alla partita di andata, quando i blaugrana non andarono oltre il pareggio contro i rossoneri. Il tecnico del Barcellona glissa sulla mancata stretta di mano con Ibrahimovic:

"Siamo più felici rispetto alla gara d'andata. Venire qui a San Siro e fare questa prestazione non è facile. E' sempre un piacere giocare in questo stadio, soprattutto contro il Milan che è tra le squadre più titolate al mondo. Abbiamo costruito tante palle gol, ma anche loro hanno avuto delle opportunità. All'inizio volevamo servire Messi più sulla fascia destra, ma con Zambrotta non era semplice. Per questo motivo è stato poi spostato al centro. Non è facile giocare a San Siro, è uno stadio che urla tanto e incita la sua squadra. Stretta di mano con Ibrahimovic? Inutile rispondere, tanto la telenovela non verrà chiusa..."

Milan - Barcellona 2-3 | Le Foto
Milan - Barcellona 2-3 | Le Foto
Milan - Barcellona 2-3 | Le Foto
Milan - Barcellona 2-3 | Le Foto
Milan - Barcellona 2-3 | Le Foto
Milan - Barcellona 2-3 | Le Foto

Milan - Barcellona 2-3 | Le Foto
Milan - Barcellona 2-3 | Le Foto
Milan - Barcellona 2-3 | Le Foto
Milan - Barcellona 2-3 | Le Foto
Milan - Barcellona 2-3 | Le Foto
Milan - Barcellona 2-3 | Le Foto
Milan - Barcellona 2-3 | Le Foto
Milan - Barcellona 2-3 | Le Foto
Milan - Barcellona 2-3 | Le Foto
Milan - Barcellona 2-3 | Le Foto
Milan - Barcellona 2-3 | Le Foto
Milan - Barcellona 2-3 | Le Foto
Milan - Barcellona 2-3 | Le Foto
Milan - Barcellona 2-3 | Le Foto
Milan - Barcellona 2-3 | Le Foto
Milan - Barcellona 2-3 | Le Foto
Milan - Barcellona 2-3 | Le Foto
Milan - Barcellona 2-3 | Le Foto
Milan - Barcellona 2-3 | Le Foto
Milan - Barcellona 2-3 | Le Foto
Milan - Barcellona 2-3 | Le Foto
Milan - Barcellona 2-3 | Le Foto
Milan - Barcellona 2-3 | Le Foto
Milan - Barcellona 2-3 | Le Foto
Milan - Barcellona 2-3 | Le Foto
Milan - Barcellona 2-3 | Le Foto
Milan - Barcellona 2-3 | Le Foto
Milan - Barcellona 2-3 | Le Foto
Milan - Barcellona 2-3 | Le Foto
Milan - Barcellona 2-3 | Le Foto
Milan - Barcellona 2-3 | Le Foto
Milan - Barcellona 2-3 | Le Foto
Milan - Barcellona 2-3 | Le Foto

  • shares
  • Mail
29 commenti Aggiorna
Ordina: