Vigilia di Udinese – Roma: Luis Enrique all’attacco, Guidolin frena

Anticipo a venerdì 25 novembre 2011 per Udinese – Roma: le parole nella conferenza stampa della vigilia dei due allenatori Francesco Guidolin e Luis Enrique, oltre alle probabili formazioni


Tutelare le squadre italiane che giocano l’Europa League? Bene, allora l’Udinese che mercoledì prossimo sarà impegnata a Rennes anticiperà a domani la partita di campionato del Friuli contro la Roma (notizia che non tutti sanno e che interessa sicuramente molto a chi gioca al fantacalcio). Dunque Serie A di venerdì sera come già capitato diverse volte in passato, una partita quella tra i bianconeri del nord-est e i capitolini che si preannuncia spettacolare; non potrebbe essere altrimenti vista l’intensità che mostrano, soprattutto tra le mura amiche, i ragazzi di Guidolin e l’imprevedibilità della banda di Luis Enrique, capace quest’anno di partite indecifrabili da 1 X 2. Per cui oggi è già vigilia di campionato con tanto di conferenze stampe di rito; partiamo dalle parole dell’allenatore iberico dei giallorossi, determinato più che mai a fare bottino pieno a Udine:

“Per non soffrire contro l’Udinese dovremo giocare all’attacco per 90 minuti, ma dovremo essere anche molto attenti perchè il loro contropiede è letale. Arriviamo a questa partita bene e sono curioso di vedere cosa faremo contro una squadra che sta facendo un lavoro incredibile da anni. Sono un tifoso del modo di lavorare dell’Udinese. Il nostro obiettivo è giocare sempre alla pari con tutti gli avversari. Contro l’Udinese avremo noi il controllo della palla e la squadra di Guidolin ci aspetterà per farci male in contropiede. Ma la nostra proposta di gioco non è negoziabile, deve essere sempre la stessa a prescindere dall’avversario o dal risultato. Voglio che siano gli avversari ad adattarsi a noi e non l’inverso”.

Tra gli ospiti sono noti i forfait di Totti e Borriello, a cui si aggiungono Pizarro e Rosi oltre ai lungodegenti Borini e Burdisso; in casa Udinese invece sono praticamente tutti arruolabili, con Francesco Guidolin che però ai microfoni dei cronisti sceglie la tattica difensivista, facendo il pompiere sul fuoco dei facili entusiasmi di questo avvio scoppiettante dei friulani, a maggior ragione dopo lo scialbo ko al Tardini contro il Parma:

“Francamente non credo di essere capace di mantenere la squadra in quelle posizioni, ho l’impressione che sia dura non farsi rimontare. E’ il caso di rimettere a posto la dimensione del progetto Udinese, perché siamo rimasti amareggiati anche noi dalla sconfitta di Parma, ma abbiamo sempre detto che noi lottiamo principalmente per fare i nostri 40 punti. E speriamo che siano i primi quaranta punti, per poi vedere se è possibile guardare un po’ più in là. Per farvi un’idea, anche noi abbiamo trattato Bojan Krkric, ma non è venuto a Udine, è andato alla Roma. Anche noi abbiamo pensato a Pianjc, ma ha un costo che è impossibile per l’Udinese. Quindi ragazzi calma, che la nostra dimensione è quella di una squadra che se non entra in campo col coltello tra i denti, è una squadra vulnerabile. Penso che sia il momento in cui l’allenatore deve richiamare a quelle che sono le vere dimensioni del nostro progetto. Credo di averlo detto in tutte le salse, ma che questa sia la verità e quando la gente si sente dire la verità è bene”.

Chiaro che comunque sotto gli occhi dei tifosi amici, i bianconeri non vorranno sfigurare:

“Domani dobbiamo giocare con grande coesione, partecipazione e spirito. Sappiamo che il margine di errore è minimo, e spero di vedere la mia squadra giocare da Udinese perché solo così possiamo cercare di fare punti. Aggiungo che noi lavoriamo insieme da quindici mesi e abbiamo fatto tanti sforzi e stiamo lavorando tanto per cercare un posto al sole. Basta poco per rimettere in discussione tutto e lo stiamo già toccando, quindi pensiamoci”.

Appuntamento domani sera, venerdì 25 novembre 2011, ore 20.45 allo Stadio Friuli per la sfida tra Udinese e Roma; di seguito le probabili formazioni dell’incontro:

UDINESE (3-5-2): Handanovic, Benatia, Danilo, Domizzi, Basta, Isla, Pinzi, Asamoah, Armero, Floro Flores, Di Natale. All: Guidolin
ROMA (4-3-3): Stekelenburg, Perrotta, Kjaer, Heinze, Taddei, De Rossi, Gago, Pjanic, Lamela, Osvaldo, Bojan. All: Luis Enrique