Napoli - Juventus: Per Conte e Mazzarri è arrivato il momento di fare sul serio


Juventus e Napoli non hanno avuto neanche il tempo di riprendere fiato dopo le partite di sabato sera giocate rispettivamente contro Lazio ed Atalanta, e domani sera dovranno scendere nuovamente in campo per recuperare la partita rinviata il 6 novembre scorso, forse troppo frettolosamente, per un presunto pericolo allagamenti. I bianconeri dovranno rinunciare allo squalificato Claudio Marchisio, ma potrebbero non poter contare neanche su Andrea Pirlo che è sceso in campo due giorni fa stringendo i denti ma non ha ancora recuperato dalla botta rimediata nella rifinitura di venerdì scorso.

Alla fine il regista bresciano ha stretto i denti ed è sceso in campo contro la Lazio, ma domani mattina verrà sottoposto ad un nuovo provino per capire se anche questa volta potrà farcela a scendere in campo. I bianconeri dovranno fare i conti anche con le diffide perché proprio Pirlo oltre a Pepe e Chiellini rischiano seriamente di saltare la sfida con il Cesena di domenica prossima. Walter Mazzarri non ha problemi di formazione e potrà decidere serenamente chi mandare in campo sabato sera contro la Juve, ed in più potrà scegliere giocatori più riposati che non hanno giocato la scorsa partita.

Entrambi gli allenatori cercheranno di non parlare di "sfida Scudetto", ma mai come in questo caso, se lo faranno, diranno una bugia. Il Napoli sta volando in Champions, ma ha un disperato bisogno di conquistare i tre punti contro la Juve per riportarsi almeno a -6 dalla vetta della classifica. Perdere e finire a -12, oppure restare a -9 potrebbe far demoralizzare parecchio i partenopei che invece in questo momento cruciale della stagione avrebbero bisogno di entusiasmo. Anche per la Juventus una vittoria vorrebbe dire moltissimo; i bianconeri terrebbero il Milan, che ha ricominciato a correre, distante a -4, staccando ulteriormente in graduatoria le altre squadre che ambiscono a conquistare uno dei tre posti per la Champions che è l'obiettivo minimo stagionale a Torino.

In partite come questa è troppo difficile fare una previsione su come finirà, ed in questo caso lo è anche più del solito. Entrambe le squadre hanno infatti giocato le migliori partite stagionali contro avversari di grande profilo e si impegneranno per non invertire questo trend. Il Napoli avrà il grande vantaggio di giocare in casa dove la Juventus non vince dal lontano 30 settembre 2000 quando Kovacevic e Del Piero riuscirono a recuperare al gol iniziale di Stellone. Non farà piacere allo scaramanticissimo Mazzarri, ma le statistiche sono dalla sua parte.

  • shares
  • Mail
6 commenti Aggiorna
Ordina: