Amantino Mancini condannato a due anni e otto mesi per stupro


Il brasiliano ex di Roma, Inter e Milan, attualmente all'Atletico Mineiro, Amantino Mancini, è stato condannato oggi a due anni e otto mesi di reclusione per lo stupro di una giovane modella brasiliana. L'accusa aveva chiesto tre anni e otto mesi, ridotti di un terzo dal gup Laura Marchiondelli per la scelta del rito abbreviato. Condannato a dieci mesi per favoreggiamento anche l'amico Gerardo Eugenio do Nascimento, che nei giorni successivi all'accaduto aveva insistentemente cercato di convincere la vittima a ritirare la querela.

La vicenda risale alla notte tra l'8 e il 9 dicembre 2010, quando, al termine di una festa organizzata dall'ex compagno di squadra Ronaldinho, Mancini si era offerto di riaccompagnare a casa la ragazza, visibilmente ubriaca. Secondo quanto ricostruito dall'accusa, il giocatore avrebbe invece portato la giovane nel suo appartamento, dove, approfittando dello stato della vittima, sarebbe avvenuta la violenza. La donna aveva poi denunciato l'accaduto il giorno successivo presso il Servizio Violenza Sessuale della Clinica Mangiagalli.

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: