Fiorentina, Mencucci: “Luca Toni ci manca”

L’amministratore delegato della Fiorentina ha parlato del mercato e non gli dispiacerebbe riabbracciare Luca Toni che con la Juventus non è mai sceso in campo


L’amministratore delegato della Fiorentina, Sandro Mencucci, ha speso qualche parole d’affetto per Luca Toni che in questo inizio di stagione alla Juventus non è stato mai preso in considerazione da Antonio Conte, ma che a Firenze ha certamente lasciato un bel ricordo, e non solo da un punto di vista sportivo. A Menucci manca infatti proprio l’atmosfera che si respirava nello spogliatoio quando in squadra giocavano due ex senatori come Toni e Dainelli. Mencucci ha escluso un ritorno in viola da protagonista del bomber di Pavullo nel Frignano per motivi anagrafici, anche se l’idea di poterlo riavere in squadra come uomo spogliatoio non gli dispiacerebbe:

«Noi interessati a Toni? Dal punto di vista sportivo penso che sia impossibile. Luca ha fatto la sua carriera, adesso ha una certa età. Non vi nascondo però che spesso con il Patron parliamo di lui. Ci piacerebbe però averlo in squadra per ricreare quello spirito di gruppo che c’era quando c’erano Luca e Dainelli. Per lui ai tempi rifiutammo una cifra spaventosa dell’Inter. In quel momento c’erano altre priorità societarie».

La società viola purtroppo non sta vivendo un momento economico molto positivo e la prima preoccupazione della dirigenza in questo momento è quella di risanare i bilanci, senza naturalmente penalizzare in modo eccessivo la squadra:

«Il disavanzo c’è e dovrà essere ripianato. Vediamo in che posizione siamo a gennaio, poi decideremo che obiettivi darci. Delio Rossi sta facendo un ottimo lavoro. La sua esperienza porterà dei risultati a lungo termine. Pazzini? Ci lasciamo sempre bene con i nostri ragazzi. Vediamo Giampaolo sempre con piacere. Siamo rimasti i ottimi rapporti con lui. Speriamo però che Giampaolo scivoli anche domenica. Undici anni a San Siro senza vincere? Mai dire mai. Vediamo se Jo-Jo ci fa un regalo».

I Video di Calcioblog