L’Arsenal erige una statua in onore di Henry fuori dall’Emirates Stadium

Grande onore per l’attaccante che avrà una statua davanti allo stadio del club con il quale è arrivato i vertici del calcio mondiale


Il bomber francese Thierry Henry, attualmente in forza ai New York Red Bulls, con i quali ha deciso di chiudere la sua gloriosa carriera, avrà una statua nei pressi dell’Emirates Stadium dell’Arsenal, squadra con la quale ha militato tra il 1999 e il 2007. Il giocatore è infatti stato scelto, insieme all’ex capitano e difensore Tony Adams ed all’allenatore Herbert Chapman, che guidò i biancorossi al successo nei campionati 1930/31 e 1932/33 come simbolo dei Gunners, in vista delle celebrazioni per il centoventicinquesimo anniversario del glorioso club londinese, in programma nel prossimo weekend.

Grande soddisfazione e incredulità da parte dell’attaccante, che ha così commentato la notizia ai microfoni della stampa: “Nemmeno nei miei sogni più folli avrei immaginato che un giorno avrebbero eretto una mia statua davanti allo stadio della squadra per cui ho giocato e che amo e sostengo”. Con la casacca biancorossa del club più prestigioso della capitale britannica, Henry ha messo a segno la cifra record di duecentoventisei reti, record assoluto per il team, conquistando due campionati e tre coppe d’Inghilterra e aggiudicandosi anche per due volte la Scarpa d’Oro come miglior marcatore europeo.