Perdere e perderemo!

Aldo Spinelli Va bene il motto decubertiniano "L'importante è partecipare", ma qui si va oltre.

Un presidente che si augura e anzi, promuove la sconfitta della propria squadra, per ora si era visto solo al cinema. Ricordate il presidente della Longobarda allenata da Oronzo Canà?

Il patron, non ritenendo conveniente dal punto di vista economico, la permanenza in serie A della sua squadra, ordinò all'allenatore del mitico 5-5-5, Lino Banfi, di perdere volutamente.

Qualcosa del genere sta accadendo al Livorno Calcio.

Il presidente, l'irrequieto Aldo Spinelli auspica, o meglio, suggerisce ai suoi la sconfitta contro i francesi dell'Auxerre, Giovedi prossimo,che estrometterebbe gli amaranto dalla Coppa Uefa.

Spinelli è convinto che la Coppa Uefa comporti più costi che benefici alla sua squadra. Ha licenziato Donadoni la scorsa stagione mentre viaggiava attorno alla quinta-sesta posizione, perché nulla gli importava di quella classifica.

Pensava a costruire una squadra solida nel tempo, non che andasse a caccia di risultati del momento. Si è poi qualificato "malvolentieri", causa calciopoli.

Ma forse il maggiore danneggiato da quelle sentenze si sente proprio lui, che, per carità di patria, ha dovuto preparare tutti gli incartamenti per l'Europa e spedirci la sua formazione:

"Le squadre che hanno una dimensione come la nostra e che sono in Coppa Uefa non possono giocare ogni tre giorni, non abbiamo un organico all'altezza per quantità, perché le qualità ci sono. Non ce la facciamo però. Il Chievo ci ha battuto perché era più fresco di noi nella ripresa.

Perciò, ribadisco, spero che ad Auxerre andiamo fuori, l'obiettivo è il campionato".

Lo dice a costo di scontentare l'ambiente accanto a sè: "So che i giocatori non sono d'accordo ma noi crolliamo sempre nel secondo tempo.

Anche a me piacerebbe andare avanti, ma non a rischio di sacrificare il campionato che è il nostro obiettivo principale.

Poi c'è anche la Coppa Italia, da cui però non voglio uscire perchè poi abbiamo il Milan.

Sono comunque tutte energie che buttiamo via a scapito del campionato, cui io tengo molto".

Chissà se il povero Arrigoni si sentirà un po' Canà...

Non ce ne voglia il simpatico Spinelli, ma noi ci permettiamo di intonare un coro: "Forza Livorno!"

  • shares
  • Mail
11 commenti Aggiorna
Ordina: