Torino, niente rimonta in 16 minuti: il Padova resiste e vince 1-0


Il Torino fallisce nell'impresa di rimontare in 14 minuti (più i due di recupero accordati dal signor Calvarese) lo 0-1 su cui si trovava lo scorso 3 dicembre a Padova, allorché al 76° della ripresa fu sospesa la partita contro i veneti per un black-out all'impianto di illuminazione dello stadio Euganeo. Privi di Bianchi, Ogbonna e Stavanovic (e non potendo impiegare i sostituiti Sgrigna e Antenucci), mister Ventura ha schierato un aggressivo 4-2-4 per cercare di avere la meglio di Perin e compagni. Mischie in area e assalto all'arma bianca verso la porta patavina, in poco più di un quarto d'ora i granata non sono però riusciti a smuovere il risultato che 11 giorni fa diceva Padova 1 - Torino 0, grazie al gol che Ruopolo aveva realizzato ad inizio di secondo tempo.

La sconfitta lascia i piemontesi a 41 punti, comunque in testa alla classifica, mentre lancia i padroni di casa a quota 34 punti che significa quarto posto in graduatoria ai danni del Pescara. Giampiero Ventura al termine della mini-partita la prende con filosofia:

"E' stato un quarto d'ora molto veloce. In questi casi è difficile parlare di calcio. Onore al Padova, che ha vinto; accettiamo quel che è successo sul campo e ora iniziamo a pensare alla prossima sfida di Modena. Siamo stati chiamati a disputare questo scorcio di partita e lo abbiamo fatto, provando a ottenere qualcosa di buono e mostrando la massima professionalità. Ora non serve rimuginare; in questi mesi abbiamo intrapreso una strada, fatta di lavoro, per creare una squadra in grado di ottenere i risultati preposti e gettare le basi per un importante futuro e vogliamo proseguire il percorso iniziato".

In ogni modo non pare finita qua. Prima della partita la società di Urbano Cairo ha presentato una "riserva legale" e una scritta, in barba alla sentenza del Giudice Sportivo che ha avevo respinto il ricorso del Toro per un "vizio di forma". Tuttavia domani verrà presentato un nuovo ricorso alla Giustizia Federale per ottenere lo 0-3 a tavolino: secondo i legali dei granata bisogna insistere sulla responsabilità oggettiva del Padova per quanto concerne il black-out dell'impianto d'illuminazione, dal momento che ad oggi ancora non si è capito con certezza il motivo per cui due sabati fa la gara non poté continuare a causa del buio.

  • shares
  • Mail