Antonio Cassano insulta e aggredisce due giornalisti di Telenord a Genova

L’attaccante del Milan si scaglia contro due reporter di un’emittente ligure colpevoli, secondo lui, di averlo ripreso mentre era con la moglie e il figlio. In realtà i due stavano facendo un servizio e non erano minimamente interessati all’ex doriano.

Antonio Cassano sta vivendo la sua fase di riabilitazione dopo l’intervento al cuore subito qualche tempo fa, nonostante la sua lontananza dai campi di calcio riesce però a far parlare di sé, in particolare facendo riemergere le ombre del suo carattere che spesso lo hanno penalizzato anche a livello professionale. Questa mattina il milanista si è reso protagonista di uno spiacevole episodio in quella che fino a pochi mesi fa era la sua città, Genova, in particolare il barese ha aggredito una coppia di giornalisti dell’emittente ligure Telenord colpevoli, a suo modo di vedere, di essersi di aver indugiato con la telecamera su di lui e sulla sua famiglia.

Cassano si trovava per le strade del capoluogo ligure in compagnia della moglie, del figlioletto e del suo allenatore personale quando ha avvistato i due reporter e, pensando di essere oggetto della loro attenzione, li ha aggrediti verbalmente e non solo. In realtà Jessica Nicolini e Edoardo Elemento, questi i nomi dei due malcapitati, stavano preparando un sondaggio per una trasmissione della loro emittente e non erano per niente interessati al calciatore. La giornalista ha avuto la sola colpa di indicarlo al suo collega e si è scatenato il parapiglia: Cassano ha affrontato l’operatore, che tra l’altro aveva anche la telecamera spenta, minacciandolo e apostrofandolo con espressioni non proprio da lord.

A poco sono servite le spiegazioni dei due che hanno poi colto l’occasione per fare un servizio e raccontare quanto accaduto poco prima e chiedere pubblicamente le scuse di Cassano, ironia della sorte Elemento è anche sampdoriano. Dura, ma anche condita da un pizzico di ironia, è invece arrivata la condanna da parte dell’ordine dei giornalisti della Liguria che si è espressa con una nota firmata dal suo segretario Marcello Zinola:

“Siamo contenti, sul piano umano che Antonio Cassano si stia riprendendo bene dal serio problema di salute che lo ha colpito qualche tempo fa. È un peccato che Cassano non tolleri la presenza (non interessata, peraltro, alla sua persona) di due telereporter dell’emittente genovese Telenord, aggrediti e spintonati dal (in questo caso) poco campione del Milan ed ex Sampdoria. Lo hanno incrociato con la moglie, il figlioletto e il suo allenatore, ma è bastato che la giornalista dicesse «guarda, c’è Cassano» per accendere l’ira del calciatore. Che ha spintonato e aggredito lo stagista che aveva la telecamera (peraltro spenta) e non lo stava riprendendo. A Cassano, personaggio pubblico, oltre agli auguri, ricordiamo di ripassare ogni tanto le norme del corretto vivere quotidiano: sarà pure un celebrato calciatore, ma questo non gli consente di dribblare buona educazione e rispetto per chi lavora”.

Il video dei due giornalisti di Telenord si conclude con l’augurio che Cassano si ricordi che a Natale si è tutti più buoni e decida di porgere le sue scuse, chissà se il barese raccoglierà l’invito.