Milan, dalla Spagna e dalla Francia sicuri: a giugno arriverà Seydou Keita

Il Milan avrebbe raggiunto un accordo verbale col mediano del Barcellona Seydou Keita per l’approdo del maliano in Italia a giugno prossimo: è quanto riferiscono la stampa spagnola e francese, aggiungendo che il maliano si libererebbe a parametro zero delle clausole contrattuali legate alle presenze in questa stagione.


Quando si tratta di mercato, ormai è noto, i dirigenti delle squadre di calcio non guardano più di tanto il periodo dell’anno: va bene che le finestre ufficiali per le transazioni sono quella estiva e quella di gennaio, fatto sta che le linee telefoniche sono bollenti dodici mesi all’anno. Anche perché per assicurarsi un giocatore, e magari accaparrarselo a prezzo vantaggioso, bisogna muoversi di anticipo, una caratteristica che di certo non ha contraddistinto il modus operandi degli ultimi tempi di Adriano Galliani, re delle trattative last-minute (da Robinho a Cassano, da Boateng a Nocerino) ma di recente un po’ appannato quando si è trattato di opzionare un giocatore mesi prima.

La musica però sembra cambiata perché tra un pranzo di lavoro a Manchester per cercare di sbrogliare la matassa Tevez e un randez-vous col Catania per tutelarsi con Maxi Lopez, l’amministratore delegato del Milan e il suo fido scudiero Ariedo Braida hanno trovato il tempo per piazzare un colpo per la mediana, anche se solo per la prossima stagione: secondo la stampa spagnola e francese, infatti, i rossoneri avrebbero trovato un accordo verbale col maliano Seydou Keita, indiscusso protagonista dell’ultimo triennio del Barcellona, ma ultimamente visto pochino dall’allenatore blaugrana Pep Guardiola. Il contratto dell’ex Siviglia scadrebbe nel 2014 ma tra i cavilli c’è anche una clausola che prevede lo svincolamento in caso di scarso utilizzo.

Sarebbe dunque un colpo a costo zero per avvalersi delle prestazioni di un centrocampista davvero niente male, anche se vicino alle 32 primavere; ricordiamo che Keita, nato nella capitale del Mali Bamako e cresciuto in Africa, ha anche il passaporto francese e proprio Oltralpe ha iniziato la carriera da calciatore professionista: prima il Marsiglia, poi Lorient e quindi Lens, dove è esploso e ha attirato l’attenzione del Siviglia, all’epoca squadra caldissima nel calcio europeo. Un solo anno in Andalusia, quindi nel 2008 l’approdo al Camp Nou: in tre anni e mezzo ha indossato la camiseta blaugrana per 165 volte facendo 18 gol. Fantasie franco-iberiche o il primo colpo rossonero per la stagione 2012/2013?

I Video di Calcioblog

Ultime notizie su Calciomercato Milan

Tutto su Calciomercato Milan →