Serie B: Juve e Bologna al comando

Dopo le partite di oggi pomeriggio la Serie B ha due nuove padrone, in attesa del posticipo tra Cesena e Napoli; il Bologna di Ulivieri s’è sbarazzato del Lecce con un buon 3-1 (doppietta di Bellucci e Zauli per i felsinei, Valdes per i salentini) e la Juventus ha battuto il Verona con un risicato

Dopo le partite di oggi pomeriggio la Serie B ha due nuove padrone, in attesa del posticipo tra Cesena e Napoli; il Bologna di Ulivieri s’è sbarazzato del Lecce con un buon 3-1 (doppietta di Bellucci e Zauli per i felsinei, Valdes per i salentini) e la Juventus ha battuto il Verona con un risicato quanto meritato 1-0 grazie al gol dell’ex Camoranesi. Con 28 punti queste due squadre, come detto, comandano la graduatoria ma alle loro spalle ci sono squadre sicuramente molto in palla: il Piacenza con un rigore di Cacia ha sconfitto l’Arezzo, il Rimini ha sbancato Pescara con un clamoroso 0-5 (Valiani, Vitiello, Cascione, Ricchiuti e Bischeri) e il Genoa in rimonta ha espugnato il Tenni di Treviso (2-3 coi gol di Valdez e Quadrini per i veneti e di De Rosa, Criscito e Botta per i liguri).
Bel passo in avanti di Bari (basta Pianu contro il Modena) e Frosinone (2-1 al Brescia con Lodi e Fialdini), mentre frenano il Mantova (bloccato sullo 0-0 dall’Albinoleffe) e la Trestina (3-0 a Vicenza a segno con Nastos, Zanini e Schwoch).

Il fatto
Quadrini è un romano di 26 anni che è giunto a Treviso dopo una stagione più che positiva passata al Teramo; a segno contro il Genoa il centrocampista ha alzato la maglia per ricordare il nonno scomparso, salvo poi beccarsi un inevitabile (?) giallo; pochi minuti dopo ha ostacolato la battuta di una punizione di Adailton e per questa venialità è stato espulso, col Genoa che ha guadagnato metri e alla fine ha vinto. Possibile che una partita intera debba essere compromessa per l’intransigenza di un arbitro pedante?

La squadra
Vicenza, Lecce e Pescara: tre partite e nove punti. Poi l’unica sconfitta al Matusa contro il Piacenza e la resa di Torino contro la Juventus (200esimo gol di Del Piero). Battuto il Bologna e vinti dal Cesena, il Frosinone ha quindi deciso di non perdere più: Bari regolato 1-0 in terra ciociara, pareggio con Mantova e con Napoli al San Paolo e oggi preziosa vittoria contro il Brescia. Grande il portiere Zappino ma che carattere i ragazzi di Iaconi: il gol di Fialdini è giunto in extremis e così i laziali si trovano ora a quota 22 punti, a sole 3 lunghezze dai playoff.

Il personaggio
Il Bologna è squadra solida e se ancora non era uscito allo scoperto era solo perché Ulivieri doveva calibrare un po’ il potenziale di questo team. Se ora però pare girare a perfezione è anche grazie a Claudio Bellucci, autore di ben 10 gol e in testa alla classifica marcatori: contro il Lecce l’ex giocatore del Napoli ha messo a segno una preziosa quanto spettacolare doppietta e in più ha siglato uno splendido “gol-fantasma” e colpito una traversa direttamente da calcio d’angolo!

Il gol
Quattro partite d’imbattibilità e sabbie mobili ormai un brutto ricordo: la cura Gregucci è servita al Vicenza che ha confermato il suo momento positivo con la secca vittoria al Menti contro la Triestina. Nel 3-0 spicca la terza rete di Schwoch, importante perché ha chiuso la partita con i vicentini con un uomo in meno (espulso Crovari): grande slalom per quasi 40 metri tra diversi avversari e tiro secco nell’angolino alla sinistra del portiere triestino. Il vecchio Stefan non muore mai…