Restyling Palermo: dopo Mehmeti e Vazquez, ecco Arevalo Rios

Dopo Mehmet e Vazquez, il Palermo di Zamparini piazza un altro colpo di mercato: per quasi 4 milioni di euro arriva in Sicilia Egidio Arevalo Rios, tignoso centrocampista uruguayano titolare in Nazionale (quarto posto ai Mondiali, vincitore della Coppa America).


Da Champions tra le mura amiche del Barbera, marcia da retrocessione lontano dalla Sicilia, il Palermo del padre-padrone Maurizio Zamparini guarda al 2012 col solito instancabile rinnovato ottimismo del suo patron che dopo Pioli e Mangia ha scelto di puntare sull’usato sicuro per cominciare la seconda parte di stagione; dunque Bortolo Mutti sarà il nuovo direttore d’orchestra dei rosanero, attivissimi come pochi sul mercato nonostante di fatto non abbiano un direttore sportivo ufficiale (niente, il rapporto tra Zamparini e Sean Sogliano non si è più ricucito). In principio, si parla di inizio dicembre, fu Agon Mehmeti, attaccante 22enne di origini kosovare già del Malmoe che andrà a rimpolpare un reparto, quello offensivo, falcidiato fin ad ora da infortuni e prove opache); poi fu la volta di Franco Vazquez, trequartista proveniente dal Belgrano (la squadra che ha condannato alla Serie B il River Plate) in Argentina che è stato addirittura paragonato a Pastore.

Oggi è la volta di Egidio Arévalo Rios, centrocampista uruguayano ben noto agli esperti di calcio internazionale dal momento che giocò tutte e sette le partite della Celeste ai Mondiali sudafricani del 2010 e buona parte di quelle della Coppa America scorsa, due competizioni in cui l’Uruguay si è classificato rispettivamente quarto e primo. Un colpo niente male quest’ultimo essendo Arévalo Rios un giocatore molto dinamico, capace di ricoprire diversi ruoli del centrocampo (regista basso, interno) e, per di più, è dotato di piedi non da buttare. Nato nel 1982, proviene dal Tijuana, Messico, anche se l’anno passato giocava nel Penarol in patria; è costato circa 4 milioni di euro e di lui spende ottime parole il connazionale ex Cagliari Nelson Abeijon (fonte, calciomercato.it):

“Arévalo Rios è in questo momento il centrocampista uruguaiano più forte in circolazione. E’ dotato di una grande esperienza e nell’ultimo edizione della Coppa America è stato determinante ai fini della vittoria finale della selezione di Tabarez. Rios è un calciatore minuto, dotato di grandi capacità nella fase di interdizione, in grado di amministrare il pallone con una discreta qualità. In merito a queste sue caratteristiche possiamo paragonarlo in Italia a Gattuso e Migliaccio, dotato però di maggiori capacità tecniche. Non è sicuramente un regista classico, ma può ricoprire più posizioni nel settore di centrocampo. E’ un giocatore molto carismatico, lo avrei visto bene al Cagliari e sono convinto che potrebbe fare delle grandi cose al Palermo”.

Intanto oggi il Palermo ha ricominciato ad allenarsi sul terreno del campo militare Tenente Carmelo Onorato, a Boccadifalco.

I Video di Calcioblog