Henry torna all’Arsenal: in prestito per due mesi dai New York Red Bulls

Manca soltanto l’ufficialità ma ormai si può dire che l’attaccante francese tornerà a vestire i colori dei Gunners, arriverà a Londra in prestito per due mesi da New York, fino a quando in America prenderà il via la nuova stagione.


La Leggenda, così i tifosi dell’Arsenal chiamano Thierry Henry, torna a casa: l’attaccante francese attualmente a New York con i Red Bulls torna in Premier League, giocherà in prestito per due mesi nella squadra che lo ha reso grande e che lui ha reso vincente. Il giocatore si allenava con i suoi vecchi compagni già da novembre, finita la stagione in America era tornato in Europa decidendo di mantenersi in forma con i Gunners. Il tecnico dei londinesi Wenger l’ha osservato e lentamente ha maturato la suggestiva idea di farlo ritornare a vestire i colori che aveva lasciato nel 2007, alla fine è arrivata la proposta. Nel frattempo nel piazzale dell’Emirates Stadium era stata inaugurata una statua di bronzo a lui dedicata, il giusto tributo per un giocatore capace in otto stagioni di realizzare 226 reti, il migliore di sempre.

L’operazione è molto simile a quella che ha portato in passato Beckham a vestire la maglia del Milan, in pratica Henry resterà in Europa soltanto per un paio di mesi, per poi ritornare a giocare nella Major League Soccer. Ancora non c’è l’ufficialità del prestito ma lo stesso Wenger ha fatto sapere che ormai manca poco, il tempo di sistemare alcune questioni relative alle coperture assicurative. Secondo l’allenatore francese questa operazione tornerà molto utile all’Arsenal soprattutto in vista della Coppa d’Africa che priverà l’undici londinese di due giocatori importanti come Gervinho e Marouane Chamakh impegnati con le loro nazionali.

Intanto i tifosi dei Gunners sono già in visibilio, l’attesa per rivedere il loro idolo in campo dovrebbe finire presto: Henry potrebbe scendere in campo con la maglia dell’Arsenal già il prossimo 9 gennaio in occasione della partita di Coppa di Lega contro il Leeds, in tutto dovrebbe giocare sette partite di campionato comprese quelle delicatissime contro Manchester United e Tottenham. L’operazione si dovrebbe rivelare un successo anche da un punto di vista commerciale: la maglia di Thierry Henry andrà sicuramente a ruba, portando molti soldi nelle casse del club. A proposito, chissà che numero sceglierà il francese dal momento che lo storico 14 adesso è sulle spalle di Theo Walcott.