Catania: clamorosa rottura con Andujar, etnei alla ricerca di un nuovo portiere

Il portiere argentino non è stato convocato per il ritiro di Malta e lascerà il club etneo. Dietro il clamoroso divorzio un diverbio con Pietro Lo Monaco dopo la partita con il Parma. Il suo sostituto sarà probabilmente lo slovacco Kosicky, attuale portiere di riserva.


Come un fulmine a ciel sereno a Catania è scoppiato il caso Andujar, il portiere argentino è entrato in rotta di collisione con la società e non è stato convocato da Vincenzo Montella in occasione del ritiro che vedrà la squadra impegnata in alcune amichevoli a Malta. Secondo alcune indiscrezioni alla base del clamoroso divorzio c’è stato un acceso diverbio su questioni tecniche con l’amministratore delegato Pietro Lo Monaco al termine dell’ultimo impegno prima delle vacanze, lo stesso dirigente ha poi confermato tutto ai microfoni di Sky Sport 24 dicendo: “A Parma, Andujar, ha giocato la sua ultima partita”. Ora il club etneo deve mettersi alla ricerca di una valido sostituto del portiere argentino che nel frattempo lascerà la Sicilia e si accaserà da qualche altra parte.

Uno dei nomi più caldi che sono stati fatti nelle ultime ore è quello di Michele Arcari del Brescia, il suo agente ha negato ogni contatto sia con il Catania che con il Lecce, altra squadra interessata a lui, ma la pista rimane calda. L’ipotesi più accreditata sembra quella della soluzione interna, scartato il giovane Pietro Terracciano, ancora troppo inesperto per un ruolo da titolare in Serie A, restano gli altri due portieri in rosa, Andrea Campagnolo e Tomas Kosicky. Il primo è dotato di esperienza ma gli etnei non sembrano puntare su di lui tanto che non gli è stato prolungato il contratto in scadenza, diversa la stima e la considerazione per lo slovacco classe ’86: di recente ha prolungato fino al 2014, in quattro stagioni in Sicilia ha collezionato appena 6 presenze ma sembra pronto per il grande salto.

Riguardo a Mariano Andujar non è ancora chiaro il suo futuro. In un primo momento si era parlato di un suo ritorno in Argentina, magari proprio all’Estudiantes, il suo club di provenienza. Il problema però è legato al suo ingaggio, al Catania guadagna 800 mila euro, troppi per la maggior parte delle squadre sudamericane. Per questo sembra che alla fine lascerà l’Italia per volare in Grecia dove vestirà la maglia dell’Olympiacos che però è anche interessato al brasiliano Julio Sergio, il cui cartellino è sempre della Roma. Quando il mercato aprirà ufficialmente molti di questi nodi saranno sciolti.