Il Catania è scontento dell’albergo e lascia in anticipo Malta

I siciliani tornano con un giorno d’anticipo in Italia, l’annuncio in conferenza stampa è dato da Pietro Lo Monaco che si è lamentato della qualità dell’albergo che ha ospitato la squadra.


Il Catania ha concluso con un giorno d’anticipo il suo ritiro maltese, la squadra di Montella sarebbe dovuta tornare in Italia domani ma, dopo un’ultima seduta di allenamento, atterrerà in Sicilia già stasera. Alla base di questa decisione l’insoddisfazione per la qualità dei servizi prestati dalla struttura alberghiera che ha ospitato la squadra in questi giorni, definiti da Pietro Lo Monaco “non all’altezza”. L’amministratore delegato rossazzurro ha comunicato la decisione con una conferenza stampa tenuta nel pomeriggio in cui ha comunque fatto i complimenti alla federazione maltese per l’accoglienza ricevuta e per la buona organizzazione del quadrangolare:

“Lo staff dell’albergo non è all’altezza di ospitare una società come il Catania. Voglio però ringraziare la Federazione di calcio maltese per averci ospitato”.

Si chiude così un ritiro partito già sotto una cattiva stella: proprio nel giorno in cui il Catania sarebbe dovuto volare per Malta è scoppiata la grana Andujar, che ha portato all’addio a sorpresa del portiere argentino. Nel mezzo due partite che hanno mandato segnali incoraggianti a Montella, due vittorie per 2-0 prima contro i locali dell’Hibernians e poi contro il Torino, un buon punto da cui ripartire nel nuovo anno. In particolare gli incontri sono stati utili per valutare la tenuta dei sostituti di Andujar: Kosicky ha mostrato una discreta sicurezza, mentre Campagnolo ha fatto valere la sua esperienza, da rivedere il giovane Terracciano, un po’ troppo emozionato nonostante si trattasse di gare amichevoli.

Questa mattina i giocatori del Catania si sono allenati in palestra a causa delle cattive condizioni climatiche, nel pomeriggio era previsto un allenamento in campo a patto che il meteo fosse più favorevole. In serata si riparte per la Sicilia dove domani sono attesi da una doppia seduta a porte chiuse nel centro sportivo di Torre del Grifo. Gli etnei sono attesi dal Bologna in terra emiliana per una sfida molto importante in chiave salvezza.