Sampdoria – Dura contestazione dei tifosi blucerchiati | Video

La Samp perde in casa contro il Varese e sprofonda in classifica. I tifosi doriani, già entrati con 20′ di ritardo, hanno chiesto un confronto con giocatori e società. Lanciato un petardo in direzione del direttore sportivo, Pasquale Sensibile. All’uscita dallo stadio un tifoso strappa l’abbonamento.

di antonio

La Sampdoria sprofonda in classifica e raccoglie i cocci di un’intera tifoseria imbufalita. Rischia di diventare un altro incubo la stagione dei doriani, dopo la retrocessione dalla Serie A alla B della scorsa stagione se non ci sarà una sterzata netta nelle prossime giornate. I tifosi stanno perdendo nuovamente la pazienza e dopo la sconfitta casalinga contro il Varese, la seconda consecutiva per una squadra che non vince dall’ormai lontanissimo 1° novembre (2-0 contro il Crotone), hanno pesantemente contestato la squadra fuori dallo stadio, davanti al settore dei Distinti, chiedendo un confronto con i giocatori e con la società.

Un gruppo di sostenitori ha aspettato il passaggio del bus dei blucerchiati a fine partita. Alle 19,30 circa il pullman è finalmente uscito e i pochi tifosi rimasti ad aspettare hanno comunque contestato la squadra. “Ai nostri tifosi dobbiamo chiedere scusaha detto Iachini al termine della partita – abbiamo sbagliato tanto e non voglio sentir parlare di scuse come il terreno di gioco oppure i tifosi. Ai tifosi non possiamo dire nulla, anche contro il Varese ci hanno sostenuto fino al 95° minuto: stanno dando grande dimostrazione di civiltà e di appoggio“. Parlando poi del match, Iachini ha detto che “bisogna ancora migliorare perché non si può rinunciare a giocare. Non possiamo sbagliare due passaggi semplici e perdere la fiducia, manca la serenità giusta e quindi bisogna lavorare anche su questo aspetto“.

La curva è entrata con 20′ di ritardo rispetto al fischio d’inizio in segno di protesta ed ha esposto una serie di striscioni di contestazione durante la partita. Al termine della gara è stato lanciato anche un petardo in tribuna in direzione del direttore sportivo, Pasquale Sensibile. “Qualcuno mi consiglia le dimissioni – ha dichiarato poi lo stesso ds blucerchiato -, io ascolto tutti ma decido di testa mia. Siamo inadeguati a quello che è il blasone della Sampdoria, dobbiamo salvare la dignità e riguadagnare il rispetto della tifoseria. La contestazione nei miei confronti è giusta perché il responsabile sono io“.


I Video di Calcioblog