I 10 bidoni dell’ era Moggi alla Juve

Terza puntata del nostro giochino sui fenomeni parastatali, per dirla alla Gialappa’s, che sono arrivati in Italia. Incredibile ma vero in questa classifica c’è anche la Juventus dell’ era Moggi, periodo ricco di successi più in Italia che nel mondo e di acquisti azzeccati. Ci sono i bidoni? Certo, anche se qualcuno tende a dimenticarsene.

Terza puntata del nostro giochino sui fenomeni parastatali, per dirla alla Gialappa’s, che sono arrivati in Italia. Incredibile ma vero in questa classifica c’è anche la Juventus dell’ era Moggi, periodo ricco di successi più in Italia che nel mondo e di acquisti azzeccati.
Ci sono i bidoni? Certo, anche se qualcuno tende a dimenticarsene.
Ho seguito le linee guida precedenti: ho eliminato coloro che sono venuti con meno ambizioni e minore esborso economico e tendenzialmente non considerato chi ancora veste il bianconero. Con una eccezione importante perchè ritengo che sia stato un clamoroso errore di valutazione da parte dell’ ex re del mercato: Nicola Legrottaglie.
Il quale si merita il primo posto per la spesa effettuata e perchè strappato dopo una lotta senza esclusione di colpi, bassi, con la Roma. Ecco la mia lista, dal primo al decimo bidone.1- Legrottaglie
2- Salas
3- Esnaider
4- Porrini
5- Oliseh
6- Van der Sar
7- O’ Neill
8- Athirson
9- Zenoni
10- Dimas