Ronaldinho pizzicato con una bionda durante il ritiro, Luxemburgo vuole cacciarlo

L’allenatore del Flamengo fa pedinare il giocatore immortalato in un video con una ragazza


Tempi duri per Ronaldinho e per le sue notti brave. L’allenatore del Flamengo, Vanderlei Luxemburgo, squadra nella quale l’ex Barcellona e Milan milita con risultati non esaltanti dallo scorso anno, avrebbe infatti lanciato un ultimatum alla presidentessa dei carioca Patricia Amorim, pretendendo che il fantasista, etichettato come un lavativo dedito ai divertimenti la cui presenza è dannosa per la squadra, venga allontanato al più presto. La goccia che ha fatto traboccare il vaso in un rapporto comunque mai idilliaco, l’aver portato una donna e dell’alcool nella sua camera d’albergo durante il recente ritiro di precampionato a Londrina.

Secondo quanto riportato dal quotidiano sportivo brasiliano Globoesporte, Luxemburgo, che non ha voluto commentare l’indiscrezione, avrebbe trovato la “prova” dopo due giorni spesi a visionare i filmati delle telecamere dell’hotel dove la squadra alloggiava, impresa che gli è valsa il soprannome di Sherlock Luxa. A quanto pare il tecnico, irritato dai frequenti ritardi del numero dieci alle sedute di allenamento, dovuti alla sua passione per la vita notturna, aveva già da qualche tempo messo in piedi una sorta di task force incaricata di tenerlo d’occhio. Visti gli attriti tra i due e quelli tra l’ex Pallone d’Oro e la società per il mancato pagamento di alcuni diritti d’immagine, il divorzio sembra ormai quasi certo.