La Juventus presenta un nuovo ricorso per lo scudetto 2006

Nuova offensiva dei bianconeri contro la Federazione nell’eterna telenovela Calciopoli


Nuovo atto nella battaglia legale tra la Juventus e la Figc per la vicenda Calciopoli. I bianconeri hanno infatti presentato oggi, presso la Corte d’Appello di Roma, organo tecnicamente competente per le impugnazioni di nullità dei lodi, un ricorso contro la decisione del Tribunale Nazionale di Arbitrato Sportivo, che nel dicembre dello scorso anno si era dichiarato incompetente in merito all’istanza di revoca dello scudetto 2006 (assegnato dalla commissione nominata all’epoca dal commissario Guido Rossi all’Inter) presentata dagli stessi torinesi alcuni mesi prima.

La decisione arriva dopo la pubblicazione delle motivazioni della sentenza del Tribunale di Napoli, che l’8 novembre scorso aveva condannato l’ex direttore generale juventino, Luciano Moggi, a cinque anni e quattro mesi di reclusione per associazione a delinquere finalizzata alla frode sportiva, senza però dimostrare né il coinvolgimento dei piemontesi né l’irregolarità del campionato 2004/2005, quello per il quale i bianconeri erano stati privati di due titoli (uno dei quali appunto assegnato ai milanesi) e retrocessi in serie B. Resta in piedi anche la richiesta di risarcimento danni da 443 milioni presentata a novembre alla giustizia ordinaria, che aveva poi portato al fallimentare tentativo del “tavolo della pace”.

Foto | © TMNews

Ultime notizie su Calciopoli

Tutto su Calciopoli →