Battuta infelice di Mourinho, il mondo gay lo accusa di omofobia (Video)

Non riesce proprio a non finire sotto i riflettori José Mourinho: Ora i gay lo accusano di omofobia. Mentre parlava con i suoi collaboratori ha fatto una battuta di cattivo gusto che è stata registrata da una Tv spagnola.

Poco prima dell’allenamento di rifinitura del Real Madrid, organizzato per la partita poi pareggiata 1-1 contro il Cska Mosca, le telecamere della rete televisiva “Cuatro” hanno pizzicato José Mourinho mentre parlava con i suoi collaboratori. L’allenatore ha chiesto al suo staff se la Uefa aveva già comunicato quale pallone sarebbe stato utilizzato nella partita contro i russi, usando un espressione però molto colorita che non è passata inosservata ai colleghi di Queerblog.it:

“Sono tutti finocchi qui. Non dicono con quale pallone si gioca?”

Non è la prima volta che il tecnico lusitano viene accusato di essere un omofobo, sempre a causa di un’altra battuta da caserma. L’episodio risale all’estate 2009, quando Mourinho era ancora l’allenatore dell’Inter. Per alcuni giorni nel mese di luglio Mino Raiola provò in tutti modi a convincere Pavel Nedved, che si era appena ritirato, a giocare un’altra stagione con la maglia dell’Inter, per tentare di vincere la Champions League che mancava nella sua bacheca e che poi in effetti alla fine di quell’anno i nerazzurri vinsero nella magica notte di Madrid.

Un giornalista presente in conferenza stampa chiese con insistenza a Mourinho se c’era qualche possibilità di vedere arrivare all’Inter un giocatore biondo, facendo un chiaro riferimento a Nedved. La risposta di Mourinho fu schietta e diretta:

“Se mi piace un giocatore biondo? Questa mi sembra una conversazione un po’ gay”.

Certamente in queste due circostanze il tecnico portoghese è stato poco corretto politicamente oltreché inelegante, ma altrettanto sicuramente l’accusa di omofobia per due episodi del genere sembra quantomeno esagerata. Sfortunatamente non sono queste le gravi discriminazioni che sono costretti a subire gli omosessuali, anche se non sarebbe sbagliato incominciare ad evitare certe “battutacce” da terza media.

Ultime notizie su Champions League

Tutto su Champions League →