Italia, il 29 febbraio amichevole contro gli Usa a Genova: Borini scalda i motori

Il momento decisamente positivo dell’attaccante della Roma Fabio Borini, 20 anni da Bentivoglio (Bo), potrà arrivare al suo culmine mercoledì prossimo in occasione dell’amichevole tra Italia e Stati Uniti: secondo la Gazzetta dello Sport il ct azzurro Cesare Prandelli avrebbe deciso di convocarlo.


Non è ufficiale, ma la Gazzetta dello Sport dà la cosa praticamente certa: contro gli Usa, avversaria dell’Italia nell’amichevole di mercoledì prossimo 29 febbraio a Genova, Cesare Prandelli convocherà, e presumibilmente farà esordire, Fabio Borini. L’attaccante bolognese nato nel marzo del 1991, dopo le giovanili proprio del Bologna, nel 2007 si trasferì a Londra nel Chelsea (aveva 16 anni) dove ha giocato appena in 4 occasioni con la prima squadra; l’anno passato il buon prestito allo Swansea (12 presenze e 6 gol), quindi l’approdo al Parma col quale questa estate ha giocato solo una partita di Coppa Italia. Nell’ultimo giorno del mercato di agosto, infatti, Walter Sabatini lo ha preso in prestito mettendolo dunque a disposizione della Roma e di Luis Enrique, con un diritto di riscatto fissato a 7 milioni di euro.

Dopo lo scetticismo iniziale, non ultimo per via dell’oneroso eventuale riscatto, Borini ha iniziato a convincere allenatore e tifosi a furia di ottime prestazioni, andando pure in gol con buona frequenza (7 i suoi centri fino ad ora) e oscurando, per certi versi, l’ex stellina del Barcellona Bojan Krkic. Quattordici gettoni di presenza e 3 reti con l’azzurro dell’Under 21, ora Borini pare pronto per il grande salto a soli 20 anni, quello cioè di indossare la maglia dell’Italia:

“Non nascondo che c’è grande soddisfazione per come Fabio sta andando. Sta raccogliendo i primi successi, i primi complimenti, fanno piacere ma al tempo stesso lo aiutano a migliorarsi domenica dopo domenica, giorno dopo giorno. Convocazione in Nazionale? Ho letto e sono tutte cose che fanno molto piacere, al momento non sappiamo nulla e ci concentriamo esclusivamente sulla Roma. poi se verranno convocazioni si accoglieranno quando saranno ufficiali”.

Parole e musica di Marco De Marchi, procuratore del ragazzo nonché ex difensore di Bologna e Juve, che ha tra l’altro seguito la trattativa che ha fatto ridiscutere, lo scorso gennaio, il contratto di Borini e la sua situazione tra Roma e Parma. Il direttore generale dei ducali Pietro Leonardi ha spiegato come stanno le cose:

“Il primo accordo con la Roma era un prestito oneroso, con il diritto di opzione per la cessione definitiva già fissato a 7 milioni. Poi la dirigenza giallorossa a gennaio ha voluto acquistare la metà del giocatore per una cifra intorno ai 3,5 milioni: per il riscatto della seconda metà ora non è fissato alcun prezzo. Rinnovo della comproprietà? E’ prematuro parlarne, inizieremo a farlo a maggio. C’è un buon rapporto con la Roma, non dimentichiamoci che c’è di mezzo anche Okaka. Mi auguro che la Roma valorizzi ulteriormente Borini, sarebbe un bene per noi, per la Roma e per il giocatore”.

E’ nata una stella?

Foto | © TMNews

I Video di Calcioblog

Ultime notizie su Amichevoli

Tutto su Amichevoli →