Ranieri: “Questi non hanno mai tirato in porta”

Olympique Marsiglia – Inter 1-0 | Le dichiarazioni di Ranieri e di Deschamps a fine partita.

di antonio


E’ la sesta sconfitta dell’Inter nelle ultime sette partite, stavolta in Champions League. Un gol di Andrè Ayew all’ultimo minuto che ha beffato i nerazzurri è lo specchio di un periodo maledetto per i nerazzurri. L’Inter non ha giocato malissimo a Marsiglia, ma la squadra indomabile, almeno agonisticamente (mai come in questi giorni a Mourinho, invocato anche dai tifosi a gran voce, stanno fischiando le orecchie) sembra solo un vago ricordo. Troppa prudenza contro un Olympique tutt’altro che irresistibile, dettata dalla paura di perdere. Claudio Ranieri, a fine partita dai microfoni di Sky Sport, parla di momento negativo ma soltanto per i gol che subiamo:

“Sapevamo che sarebbero partiti forte, hanno fatto molto forcing nei primi 15’ ma noi abbiamo avuto ottime occasioni. Purtroppo non ce l’abbiamo fatta, nonostante fossimo ormai in sicurezza. Questa partita fotografa alla perfezione il nostro momento. Adesso però abbiamo la partita di ritorno da giocare e con uno stadio pieno possiamo ribaltare tutto. Con Milito in campo dal primo minuto potevamo cambiare le cose? Dirlo dopo è sempre facile, però bisogna prendere delle decisioni e io dico che la squadra ha reagito bene. Abbiamo preso gol al 94’ e le parole se le porta via il vento. Ho scelto Forlan e Zarate perché avevo bisogno di andare in velocità, mentre con Pazzini c’era bisogno di fare dei cross”.

Il tecnico romano non esclude la possibilità di riproporre questo modulo in futuro:

“Adesso ci manca fiducia e un pizzico di fortuna che non ci accompagna. Questi non hanno mai tirato in porta, Julio Cesar non ha quasi fatto parate. Stiamo affrontando un periodo negativo ma soltanto per i gol che subiamo. Noi avevamo creato più di loro, questa è stata una beffa. Stasera si sono sacrificati tutti, tutti erano pronti a ripartire. Certo che se poi non fai gol e loro sì, ti dispiaci. Questo sarà il modulo del futuro? Stasera c’è stato un equilibrio importante, ma valuteremo di partita in partita. Certo è che mi sono piaciuti molto. Forlan per me è da sette e mezzo, ma anche Zarate ha fatto benissimo”.

Dall’altra parte Didier Deschamps ammette che il pareggio avrebbe potuto essere il risultato più giusto:

“E’ difficile essere obiettivo al 100%, posso dire che è stata una partita equilibrata contro un’Inter superiore rispetto a quella delle ultime settimane. Fare questo gol alla fine ci rende molto felici, ma il pareggio ci poteva stare. L’obiettivo adesso è andare a San Siro e non prendere gol, ma non credo che possa essere sufficiente. Dovremo anche segnare per avere qualche speranza in più. Sarà una partita complicata contro una squadra di grande esperienza. Molti dei miei giocatori sono alla prima esperienza in Champions League, ma con volontà e determinazione abbiamo ottenuto questa vittoria nel finale. Il calcio italiano non mi manca. Ho passato cinque anni da giocatore e mi sono trovato benissimo così come da allenatore. Dal punto di vista professionale e privato mi sono trovato bene, è stato un periodo importante della mia carriera e seguo sempre il campionato”.

I Video di Calcioblog

Ultime notizie su Champions League

Tutto su Champions League →