Niente pace, Galliani: "Ho chiesto scusa solo ad Andrea Agnelli, non alla Juventus"


Pace fatta tra Milan e Juventus? Neanche per sogno. Quando Galliani ed Andrea Agnelli nel primo pomeriggio sono entrati nella sede della Lega di Serie A, avevano tranquillizzato i cronisti raccontando che c'era stata una telefonata chiarificatrice tra i due rappresentati delle due società per mettere fine alle polemiche. Andrea Agnelli aveva parlato anche di scuse di Galliani nei confronti della Juventus e di Andrea Pirlo che è stato accusato nei giorni scorsi sul sito ufficiale di aver colpito volontariamente Van Bommel con due gomitate.

L'amministratore rossonero successivamente ha voluto precisare che le scuse erano personali e rivolte solo ad Andrea Agnelli per lo scambio di battute che c'è stato al termine del primo tempo di Milan - Juve, ma non erano assolutamente rivolte alla società bianconera:

"Nella famosa telefonata che Andrea Agnelli mi ha fatto carinamente, mi sono scusato con lui perché sono stato sgarbato con il presidente della Juventus nello spogliatoio durante l'intervallo. Siccome sono stato sgarbato con Andrea Agnelli, mi sono scusato con lui. Questo è il senso della telefonata, poi abbiamo parlato di Lega e null'altro. Litigio anche durante l'assemblea di Lega? Quale litigio? Il rapporto è ottimo, assolutamente''.

Niente da fare. Questo strappo non è destinato a ricucirsi. Tutti i protagonisti sentono l'esigenza di fare una puntualizzazione personale dopo ogni singola dichiarazione dell'altra parte. Decisamente puerile questo confronto a distanza che di questo passo continuerà all'infinito.

Foto | © TMNews

  • shares
  • Mail
14 commenti Aggiorna
Ordina: