La Gazzetta è certa: da maggio Marcello Lippi allenerà in Cina


L'ultima volta che lo abbiamo visto in panchina era in un freddo pomeriggio di giugno, si giocava una partita tra l'Italia e la Slovacchia in Sudafrica e gli azzurri cedettero per 3 gol a 2 ad Hamsik e compagni; se poi andiamo a pescare l'ultima apparizione di Marcello Lippi alla guida di una squadra di club, allora dobbiamo grattare nella memoria fino ad arrivare al maggio del 2004, quando il tecnico viareggino si congedò da una Juve che in quella stagione non andò oltre il terzo posto. Poi due Mondiali con l'Italia, un trionfo incredibile e un altrettanto incredibile tonfo, quindi Viareggio, barche, sigari, interviste e atteggiamento attendista, come di chi non ha fretta di rientrare nel mondo del calcio, di chi aspetta una Nazionale per salire sull'ennesima giostra mondiale, in Brasile. Ucraina, Turchia, paesi arabi, qualche timido accostamento al Napoli, niente di niente, Lippi ha sempre glissato.

E glissa anche questa volta, quando il suo nome viene accostato alla squadra campione di Cina, il Guangzhou Evergrande, squadra di Canton il cui proprietario si chiama Liu Yongzhuo, ha un mucchio di quattrini e ha proposto a Lippi un contratto da 10 milioni di euro all'anno, sin da maggio. A riportare lo scoop è la Gazzetta dello Sport in un articolo firmato dal vicedirettore Gianni Valenti che nonostante le smentite di rito del diretto interessato ("non ho avuto nessun contatto con i cinesi") si dice certo di una buona riuscita della trattativa. La Cina è già certa di non partecipare ai prossimi mondiali brasiliani pur disponendo sulla sua panchina di una vecchia volpe come José Camacho e nonostante le ingenti possibilità economiche (e l'interesse della popolazione che segue il calcio europeo con puntualità e passione) il campionato cinese non decolla. Alcuni dicono che è colpa anche della corruzione diffusa.

E d'altra parte di giocatori particolarmente famosi, in Cina, ne sono passati pochi: gli italiani Firmani e Tommasi rispettivamente nello Shaanxi Chanba e Tianjin Teda, attualmente le stelle sono Dario Conca proprio nel Guangzhou Evergrande (salario che supera i 10 milioni di euro all'anno quello dell'ex Fluminense) e Nicolas Anelka che nello Shanghai Shenhua percepisce cifre a svariati zeri (anche per lui più di 10 milioni annui). E così si arriva a Marcello Lippi, pallino di Yongzhuo: il viareggino si trasferirebbe a Canton, città il cui nome è legato al famoso riso della cucina cinese e patria della moda ma anche con un clima caldo che non gli farebbe rimpiangere il sole della Versilia, e troverebbe in squadra proprio Conca, ma anche l'ex Partizan Belgrado Cleo. Poi magari porterà con sé qualche fedelissimo (un Grosso ci starebbe proprio bene), e voilà, i giochi sono fatti. Anche se quando si tratta di Lippi, la sorpresa è sempre dietro l'angolo: di fatto la Super League cinese comincia il 10 marzo prossimo per finire a novembre, fra due mesi dunque l'ex juventino entrerebbe in corsa.

Foto | © TMNews

  • shares
  • Mail
7 commenti Aggiorna
Ordina: