Il Chelsea esonera Villas Boas, panchina a Di Matteo


Come era già nell'aria almeno dalla umiliante sconfitta subita due settimane fa in Champions League sul terreno del Napoli (il ritorno è previsto per il prossimo 14 marzo), arriva l'esonero per il tecnico portoghese del Chelsea, André Villas Boas. Fatale allo Special Two, arrivato in pompa magna la scorsa estate dopo il pagamento di una buonuscita record al Porto, è stata la sconfitta (la settima in campionato) subita ieri sera in Premier League in casa del modesto West Bromwich, vittorioso con il punteggio di 1-0. Si tratta del settimo allenatore licenziato dal patron dei Blues, Roman Abrahmovic in otto anni di presidenza. Questo il testo della nota diffusa poche ore fa sul sito ufficiale dei britannici:

"I risultati e le prestazioni della squadra non sono stati soddisfacenti e non ci sono segnali di miglioramento in un momento chiave della stagione. Il club ringrazia il tecnico per il suo lavoro ed esprime il proprio dispiacere per la prematura cessazione del rapporto. La squadra è ancora in gioco nelle fasi finali della Champions League e in FA Cup e punta ai primi quattro posti della Premier League e a essere il più competitiva possibile su tutti i fronti".

Al suo posto, altra notizia piuttosto scontata se si dava credito alle voci susseguitesi nelle scorse settimane, siederà, almeno per il momento, il suo secondo Roberto Di Matteo, già giocatore dei londinesi per quattro stagioni sul finire degli anni '90, dopo la sua esperienza in patria con la maglia della Lazio. Nella sua carriera da allenatore invece, Di Matteo può vantare una promozione proprio con il West Bromwich, squadra che oggi gli ha consegnato la panchina di uno dei club più prestigiosi d'Inghilterra. Dovrebbe però trattarsi di una soluzione-ponte, visto che per il prossimo anno si fanno già i nomi di Rafa Benitez di Pepe Guardiola o di un possibile clamoroso ritorno dell'eroe della tifoseria José Mourinho.

Foto | © TM News

  • shares
  • Mail
4 commenti Aggiorna
Ordina: