Avanti Sig. Blatter, stiamo aspettando

Chissà se avrà ricevuto un numero sufficiente di fax di protesta da indurlo a ritrattare le sue dichiarazioni “politically incorrect” nei confronti dell’Italia e del calcio italiano in generale. Chissà se, rivedendo le immagini della premiazione degli Azzurri Campioni del Mondo, avrà avuto modo di riflettere sulla figura barbina fatta non presenziando all’evento. Fatto più

di

Chissà se avrà ricevuto un numero sufficiente di fax di protesta da indurlo a ritrattare le sue dichiarazioni “politically incorrect” nei confronti dell’Italia e del calcio italiano in generale.
Chissà se, rivedendo le immagini della premiazione degli Azzurri Campioni del Mondo, avrà avuto modo di riflettere sulla figura barbina fatta non presenziando all’evento. Fatto più unico che raro.
Joseph Blatter, potente capo del calcio mondiale, infatti, è stato invitato, su esplicita sollecitazione del Coni e della Federcalcio, al Quirinale per partecipare alla premiazione con la quale oggi il presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, renderà omaggio agli atleti delle discipline olimpiche che hanno vinto la medaglia d’oro in un campionato del mondo assoluto del 2005 e del 2006.
L’occasione è di quelle ghiotte per riacquistare qualche punto di simpatia.
E allora forza, Sig. Blatter, stiamo aspettando.
Tanto più, che anche se non dovesse farlo, noi siamo Campioni del Mondo!