Giuseppe Rossi contro il suo agente: "Parla troppo, il Villarreal non si tocca"


A fine ottobre, il crack: in una partita del Villarreal contro il Real Madrid Giuseppe Rossi si procura la rottura del legamento crociato del ginocchio destro, stagione probabilmente finita, Europeo con la maglia dell'Italia a rischio. E intanto il Sottomarino Giallo, altro nome della squadra di Pepito, il Villarreal appunto, sprofonda negli abissi della classifica della Liga, oltre ad abbandonare mestamente la Champions League con zero punti in sei partite giocate. Attualmente la squadra si trova al quart'ultimo posto a quota 27 punti, appena tre lunghezze sopra la zona retrocessione (ad oggi la 18esima posizione è occupato dal Racing Santander). E probabilmente è stato per questo che Federico Pastorello, agente dell'attaccante italo-americano, ha rilasciato queste dichiarazioni al quotidiano Las Provincias:

"Difficile che Pepito resti al Villarreal. La stagione della sua squadra non lascia molte prospettive per il futuro ed è difficile che un campione come lui possa rimanere in una formazione che non ha ambizioni. Parlerò col presidente del club Fernando Roig per definire la situazione".

Rossi è un bravo ragazzo che a 25 anni, oltre all'esperienza in fasce al Manchester United, ha indossato "solo" le maglie del Parma e del Villarreal. Ed è proprio nella cittadina spagnola che Pepito si è consacrato, conquistando la Nazionale in pianta stabile, segnando caterve di gol che hanno consentito al Sottomarino di ottenere ottime posizioni in classifica e diventando, in definitiva, idolo dei tifosi e leader dello spogliatoio. Rossi si era trasferito in Spagna con tutta la sua famiglia e quando ha improvvisamente perso l'amatissimo padre, la società gli ha dato tutto il tempo necessario per riprendersi psicologicamente. Per non parlare delle cure e delle attenzioni che lo staff medico gli sta garantendo per riprendersi dal brutto acciacco al ginocchio. Così ha risposto al suo procuratore durante una lunga rivista rilasciata al El Periódico Mediterráneo:

"Il mio agente parla tanto, e mi sono arrabbiato con lui per quelle dichiarazioni, che non rispecchiano la verità. Ora ci siamo chiariti, e gli ho detto che il Villarreal non si tocca, perché per me è come una seconda famiglia. Il mio futuro? Difficile dire adesso cosa farò. Ma in questo momento ho altri obiettivi, come recuperare dall'infortunio al ginocchio. Ho sempre comunque ribadito che al Villarreal mi sento in famiglia".

La sensazione è che comunque Rossi dovrebbe lasciare la Spagna a fine stagione, ma solo se l'acquirente pagherà (nonostante l'infortunio) qualcosa come 25 milioni di euro. Altrimenti non se ne farà niente e il giocatore sarà ben felice di onorare un contratto che di fatto scade il 2016. Anche se è bene attendere la fine della stagione: va bene tutto, ma in Segunda Division no.

Foto | © TMNews

  • shares
  • Mail
4 commenti Aggiorna
Ordina: