Jimenez: la Lazio ha il suo mago

Finalmente la Lazio ha il suo mago. L’ infinita telenovela Jimenez avrà il 15 gennaio il suo lieto fine e il giocatore potrà finalmente vestire la maglia biancoceleste. Il giovane 23enne cileno, una delle rivelazioni dello scorso torneo nella Fiorentina, potrà tornare al calcio giocato dopo 7 mesi di incomprensioni, litigi, depressione e causa in

Finalmente la Lazio ha il suo mago. L’ infinita telenovela Jimenez avrà il 15 gennaio il suo lieto fine e il giocatore potrà finalmente vestire la maglia biancoceleste. Il giovane 23enne cileno, una delle rivelazioni dello scorso torneo nella Fiorentina, potrà tornare al calcio giocato dopo 7 mesi di incomprensioni, litigi, depressione e causa in tribunale nei confronti della Ternana, società proprietaria del cartellino e che, nonostante la retrocessione in serie C, fece di tutto, anche manovre non lecite, negli ultimi giorni di mercato per guadagnare di più dalla sua cessione.
Rimarrà per 18 mesi quasi a bocca asciutta: 1 milione di euro di prestito oneroso e riscatto nel 2008 a 11 milioni, pagabili in 3 tranches . Al ragazzo contratto quinquennale a 500.000 euro a stagione.
Fino ad allora toccherà a Delio Rossi restituire al calcio un talento precoce, molto conosciuto in Cile e solo negli ultimi 6 mesi sorpassato da Matias Fernandez, ceduto a gennaio per quasi 10 milioni al Villarreal. Non lo vedremo in campo subito perchè, non avendo fatto la preparazione, è completamente fuori forma: ci vorrà almeno un mesetto. In che modo lo impiegherà il mister?
Vice Mauri o vice Pandev, a meno di studiare una soluzione diversa con 3 trequartisti dietro all’ unica punta Rocchi. Certo, non va sotovalutata la presenza di un certo Foggia, ago della bilancia nella trattativa per il passaggio di capitan Oddo al Milan.
Lotito farà sudare anche Galliani, ma a conti fatti la sua opera di risanamento procede a passi spediti. Già pronto il primo sfottò nei confronti dei cugini: noi abbiamo il mago, voi il boro!