Gheddafi riparte dalla Samp

Ce lo ricordavamo un po’ imbolsito con la maglia del Perugia; quasi ce ne dimenticammo, salvo poi rivederlo con la maglia bianconera dell’Udinese. Al Saadi Gheddafi arrivò ad Udine dopo un paio di stagioni assolutamente anonime in quel di Perugia, acquistato da Gaucci che all’epoca non lesinava trovate geniali (solo la giocatrice donna non riuscì

Ce lo ricordavamo un po’ imbolsito con la maglia del Perugia; quasi ce ne dimenticammo, salvo poi rivederlo con la maglia bianconera dell’Udinese. Al Saadi Gheddafi arrivò ad Udine dopo un paio di stagioni assolutamente anonime in quel di Perugia, acquistato da Gaucci che all’epoca non lesinava trovate geniali (solo la giocatrice donna non riuscì a far sua) e utilizzato per pochi minuti proprio contro la sua squadra del cuore, la Juventus.
Chissà perché, chissà per come Serse Cosmi se lo portò con sé nel Friuli e con la maglia dell’Udinese per il figlio del leader libico non andò tanto meglio: in ogni modo riuscì a comparire quantomeno in una puntata di 90° minuto allorché un suo tiro ad incrociare impegnò severamente Chimenti in un Udinese-Cagliari proprio dell’anno passato.

Poi nulla più fino al mercato riparatore di gennaio in cui pare che Gheddafi si sia accasato alla Sampdoria; ancora nessuna ufficialità da parte della squadra blucerchiata ma il contratto è stato depositato in Lega e l’affare pare dunque concluso. Non meraviglia poi l’accostamento del centravanti libico con la squadra di Garrone visto che proprio pochi mesi fa si parlava dell’acquisto di Tamoil (di proprietà dei libici) da parte della Erg (dei Garrone) per 3 miliardi di euro.
Cosa ne pensa Novellino? Palla al piede o utile centravanti da inserire tra Bazzani e Bonazzoli? Bah…