Crisi Fiorentina: via Corvino, ritiro pre-Genoa e le scuse dei Della Valle


Doveva essere la partita dell'anno, è stata la disfatta più clamorosa di sempre. Mai la Fiorentina aveva perso, tra le mura amiche, con cinque gol di scarto contro l'arcirivale Juventus, un ko che ha reso inferociti i tifosi: ieri hanno protestato con fermezza nei confronti della dirigenza gigliata durante la disfatta dei viola, oggi qualcuno di loro ha affisso un significativo striscione ai cancelli dello stadio. Semplicemente "Fate schifo". E dopo la dodicesima sconfitta in campionato ora in città aleggia la paura, perché va bene che la Serie B dista ancora sei punti, ma continuando di questo passo ci sarà da soffrire fino a maggio. Meglio correre ai ripari, partendo magari da un mea culpa, come quello di Andrea Della Valle che a fine partita ha scritto ai tifosi tramite il sito della Fiorentina:

"Chiedo scusa ai tifosi a nome del gruppo. Di certo nessuno voleva che la gara finisse così. Da ore ci stiamo confrontando qui sotto negli spogliatoi. La cosa più importante è fare quadrato con la squadra e con l'allenatore. Dobbiamo venirne fuori insieme. Il Mister è amareggiato, arrabbiato con i ragazzi che a loro volta sono davvero inferociti con loro stessi. Ora c'è da rialzare la testa e salvare la stagione. Niente è compromesso. C'è preoccupazione, ma ora dobbiamo vivere queste 10 giornate che mancano con grande determinazione. Penso che il confronto di questa sera porterà a qualcosa di buono. Domani la squadra avrà un giorno libero, poi faremo delle valutazioni con il gruppo e imposteremo la settimana per andare a Genova ad affrontare una gara difficile. Dopo Parma e Catania ero ottimista, invece oggi dopo le prime difficoltà non siamo riusciti a ricompattare il gruppo. A maggio poi faremo degli altri ragionamenti".

La delusione che serpeggia all'interno del gruppo dovrà per forza di cose essere tramutata in rabbia agonistica positiva da sfoderare al Marassi di Genova e per questo i giocatori hanno proposto un ritiro auto punitivo per meglio preparare la partita di domenica prossima: Delio Rossi ha concesso due giorni di riposo ai giocatori che da martedì dovranno dunque salutare le famiglie per rimanere isolati e concentrati. E intanto i Della Valle dovranno guardarsi attorno per trovare un nuovo direttore sportivo, dal momento che non verrà rinnovato il contratto a Pantaleo Corvino come si legge sul sito dei viola:

"Il contratto di responsabile dell'area tecnica di Corvino, che termina a giugno, non verrà rinnovato alla scadenza. Questo permetterà alla società di cominciare da subito a ragionare sul proprio futuro e sulla strategia da attuare con chiarezza e trasparenza. A Corvino, che ha operato per molti anni in società con totale autonomia e fiducia, vanno i nostri ringraziamenti. Noi non dimentichiamo infatti che, a prescindere dalle ultime due stagioni calcistiche che non hanno soddisfatto nessuno, società per prima, Corvino ha portato la Fiorentina a essere protagonista nel calcio di alta qualità, sia italiano che internazionale".

Foto | © TMNews

  • shares
  • Mail