Vigilia di Juve-Milan di Coppa Italia: le parole di Allegri e Conte


Clima abbastanza disteso alla viglia della decisiva semifinale di ritorno di Coppa Italia tra le due regine della stagione di serie A, Milan e Juventus. I due allenatori, nelle rispettive conferenze stampa, si sono concentrati più sull'incontro che sulle recenti polemiche esplose in seguito alle note sviste arbitrali avvenute nel corso del recente scontro diretto di campionato. Il rossonero Massimiliano Allegri ha assicurato la sua fiducia nei confronti della terna scelta per l'incontro, composta dal direttore di gara Orsato e dagli assistenti Di Liberatore e Ghiandai, con Damato come quarto uomo. Il tecnico dei Campioni d'Italia ha poi annunciato il ritorno in campo di Seedorf e il mancato recupero di Van Bommel e Robinho (mentre Boateng è ancora in dubbio). Queste le sue parole:

"Sarà una bella partita, intensa perchè entrambe le squadre puntano alla finale, e cattiva calcisticamente, ma senza nessun altro tipo di guerra. A Marotta e Conte riserverò un saluto normale, sono una persona educata. Ci sono state un po' di schermaglie ma fa parte del gioco. All'andata abbiamo perso ma la squadra sta bene, abbiamo le potenzialità per ribaltare il risultato. Non mi preoccupa che con la Juve abbiamo perso due volte e una volta pareggiato in modo anomalo: siamo pronti per questa partita. [...] Per quanto riguarda noi, la terna può stare serena perchè non abbiamo mai fatto polemiche e continueremo a non farle. Noi domani cercheremo di aiutare la terna".

Nessuna dichiarazione sull'arbitro invece da parte del bianconero Antonio Conte, che ha confermato il turnover, lanciando il capitano Del Piero come possibile protagonista della gara e ha ribadito la volontà dei torinesi di puntare alla conquista di un trofeo, che seppure di importanza indubbiamente minore rispetto al campionato, assumerebbe per il club di Corso Galileo Ferraris un sapore particolare, in quanto si tratterebbe del decimo trionfo nella manifestazione:

"Sarà la partita di Del Piero: è giusto che la giochi perchè insieme a Buffon è sempre stato il valore aggiunto della squadra e lo ha confermato. Sarà una partita completamente a sè rispetto al campionato, che ci darà la possibilità di alzare un trofeo. Per questo per me è la più importante dell'anno. Vogliamo proseguire il cammino cercando di ottenere il massimo in tutte le competizioni. Se il Milan sarà più bravo, naturalmente lo applaudiremo".

Foto | © TMNews

  • shares
  • Mail