Stangata sul Panathinaikos: il club greco paga duramente le intemperanze dei suoi tifosi

tifosi panathinaikos

Il Panathinaikos paga duramente le intemperanze dei proprio tifosi che lo scorso fine settimana hanno portato alla sospensione del derby contro l'Olympiakos Pireo. La partita era stata interrotta due volte a causa dei disordini sugli spalti, alla fine, quando mancavano pochi minuti alla conclusione e con la squadra ospite in vantaggio per 1-0, l'arbitro ha deciso di sospendere definitivamente l'incontro per l'oggettiva impossibilità di garantire la sicurezza dei giocatori in campo. I tifosi hanno letteralmente messo a ferro e fuoco l'impianto che ospitò i giochi olimpici, appiccando roghi sugli spalti e lanciando numerose molotov sul terreno di gioco, venti poliziotti sono rimasti feriti, mentre una cinquantina di tifosi sono stati arrestati.

Alla luce di questi fatti la federazione greca ha deciso di intervenire con una durezza che non ha precedenti nella storia del calcio di questo paese. Il Panathinaikos ha perso la partita 3-0 a tavolino e dovrà pagare una multa di 252.500 euro, come se non bastasse dovrà giocare le prossime cinque partite casalinghe a porte chiuse. Gli sono stati infine inflitti 5 punti di penalizzazione, 3 da scontare in questo campionato e i rimanenti nella prossima stagione. Dopo questa sanzione l'Olympiakos Pireo è sempre più vicino al suo titolo numero 39 potendo godere di un vantaggio di 10 punti proprio sui rivali cittadini che, nonostante la penalizzazione, sono ancora secondi in classifica, inseguiti a distanza dall'Atromitos lontano sette punti.

Foto | © TMNews

  • shares
  • Mail