Spinelli ne ha per tutti

Lo scorso anno aveva silurato l’attuale CT della Nazionale, Roberto Donadoni, che stava traghettando il Livorno in zona Champions con la miglior difesa del campionato. Aveva poi affidato la squadra a Carletto Mazzone, destabilizzando l’ambiente, e inanellando una serie record di sconfitte che fecero scivolare gli amaranto fuori anche dalla zona Uefa. Quest’anno, ha quasi

di

Lo scorso anno aveva silurato l’attuale CT della Nazionale, Roberto Donadoni, che stava traghettando il Livorno in zona Champions con la miglior difesa del campionato.
Aveva poi affidato la squadra a Carletto Mazzone, destabilizzando l’ambiente, e inanellando una serie record di sconfitte che fecero scivolare gli amaranto fuori anche dalla zona Uefa.
Quest’anno, ha quasi ordinato ai suoi di uscire dalla competizione europea perchè ritenuta dannosa per il campionato.
E adesso, dopo aver esonerato l’ennesimo allenatore, quell’Arrigoni che comunque stava conducendo la squadra ad un onesto campionato, ha puntato il mirino sugli uomini più rappresentativi della formazione toscana: Cristiano Lucarelli, il capitano e Marco Amelia, il Campione del Mondo.

Ovviamente ci stiamo riferendo al vulcanico Aldo Spinelli, padre e padrone del Livorno Calcio, che ha mal digerito le reazioni dei suoi dipendenti, alla decisione di licenziare il Mister.
Il capitano avrebbe dichiarato: “lo spogliatoio è unito non è diviso, semmai è diviso dalla società. E non da oggi”.
Parole pesanti che hanno sortito una reazione immediata del Presidente: “E’ il capitano, ma se la squadra voleva salvare Arrigoni doveva fare prestazioni eccezionali: le parole le porta via il vento. E lui ha un contratto di cinque anni”
Ma peggio è andata ad Amelia che rischia di trovarsi a spasso.
Infatti, il portiere avrebbe così commentato il cambio di panchina: “La speranza della squadra è che il presidente cambi idea sull’esonero di Arrigoni e che il clima si plachi e torni la tranquillità”.
L’estremo difensore toscano ha anche confermato che Spinelli nello spogliatoio aveva affermato di essere pronto a dimettersi. “Speriamo abbia le p… per far questo”.
Immediato il contrattacco presidenziale: “Amelia è un ragazzo dalla lingua lunga, ora spero di riuscirlo a cedere subito a gennaio. Altrimenti rifinisce in panchina.
Ho provato a insegnargli le buone maniere ma dove è andato ha fatto panchina. Ora spero che possa trovare subito una squadra”.

E intanto il Milan sta alla finestra, visto anche il recente infortunio di Kalac.
Dopo aver silurato allenatori capaci che ottenevano risultati, dopo aver caldeggiato l’eliminazione dalla Coppa Uefa, adesso il Sig. Spinelli, mette alla porta, i suoi due uomini più forti e rappresentativi.
Ma da che parte sta?!