Galeone esonerato, a Udine c’è Malesani

La danza degli allenatori stamattina ha fatto un’altra vittima: come già abbastanza preventivato Galeone non è più l’allenatore dell’Udinese. Il comunicato ufficiale presente sul sito della squadra friulana parla di crisi di gioco e di risultati che hanno portato ad una risoluzione consensuale del contratto. L’Udinese nelle ultime due partite è incappato in altrettante sconfitte,

La danza degli allenatori stamattina ha fatto un’altra vittima: come già abbastanza preventivato Galeone non è più l’allenatore dell’Udinese.
Il comunicato ufficiale presente sul sito della squadra friulana parla di crisi di gioco e di risultati che hanno portato ad una risoluzione consensuale del contratto. L’Udinese nelle ultime due partite è incappato in altrettante sconfitte, una contro il Milan prima della pausa natalizia e un’altra domenica scorsa a Palermo. Quello che più deve aver convinto Pozzo ad allontanare il suo tecnico deve essere stato il modo in cui questi risultati sono maturati, senza riuscire a segnare nemmeno un gol e senza mai dare l’idea che qualche reazione potesse avvenire.

Al posto del buon Galeone arriva Malesani subito tranquillizzato dal suo nuovo presidente a proposito dell’accoglienza che riceverà dallo spogliatoio. Ai microfoni di Radio RAI ha infatti dichiarato che non vede alcun motivo che possa spingere i suoi giocatori a remare contro il nuovo allenatore.

Malesani è stato presentato questo pomeriggio, solite frasi di rito per lui in conferenza stampa, ottimi propositi per il futuro, voglia di togliersi qualche soddisfazione in questo che è uno dei campionati più imprevedibili di tutti i tempi e con una squadra che egli reputa di buone potenzialità.
Diamo un caldo bentornato all’esuberante Alberto che torna in serie A, di cui ha avuto nostalgia dopo l’esperienza all’estero, e gli facciamo un grosso in bocca al lupo per il suo lavoro.