Real Madrid, giocatori stanchi delle polemiche di Mourinho: "Basta parlare di arbitri, giochiamo a calcio"

josé mourinho

C'è tensione in casa del Real Madrid, e la colpa è di José Mourinho. Lo testimoniano i media spagnoli che raccontano come lo spogliatoio non abbia digerito il silenzio stampa imposto dal portoghese dopo il pareggio della settimana scorsa contro il Villarreal, silenzio che verrà interrotto per imposizione della Uefa in occasione del quarto di finale contro l'Apoel Nicosia. Dopo la partita finita 1-1 al Madrigal, caratterizzata dalle espulsioni nel finale di Sergio Ramos, Ozil e dello stesso Mourinho, l'allenatore avrebbe chiesto ai suoi giocatori di lamentarsi con i giornalisti della direzione arbitrale. La risposta però sarebbe stata un secco no e le fonti spagnole raccontano anche che qualcuno avrebbe risposto: "Ancora la stessa storia, noi dobbiamo solamente giocare a calcio".

Con lo Special One si sarebbero schierati soltanto Cristiano Ronaldo e Pepe, guarda caso i due suoi connazionali, a testimonianza che lo spogliatoio delle Merengues è tutt'altro che tranquillo. A questo si aggiunge una presunta riunione tecnica dei giocatori convocata la scorsa settimana da Iker Casillas e Sergio Ramos dalla quale sarebbero stati esclusi l'allenatore e il suo staff tecnico. Nel corso di questo incontro sarebbero state mosse delle critiche alle scelte tecniche operate dal lusitano contro il Villarreal, in particolare è stato accusato di aver schierato un centrocampo troppo difensivo composto dal terzetto Diarra, Xabi Alonso e Khedira. Nella partita successiva, vinta 5-1 contro il Real Sociedad, al posto di di Diarra è sceso in campo Kakà, segno che le lamentele dei giocatori sono state ascoltate.

La storia è piena di condizionali, come è normale che sia quando si riportano voci non meglio identificate vicine all'ambiente di un club. Ma il messaggio è chiaro, i giocatori del Real Madrid sono esasperati dagli atteggiamenti del loro allenatore e per concludere nel migliore dei modi questa stagione vorrebbero potersi esprimere in campo con maggiore tranquillità. Il Barcellona inizia a riavvicinarsi, i punti di distacco in classifica ora sono solo sei, e la Champions League entra nel vivo, le tensioni che si stanno respirando in questi giorni potrebbero essere fatali per le Merengues. I giocatori lo hanno capito, ci riuscirà anche Mourinho?

  • shares
  • Mail
20 commenti Aggiorna
Ordina: