Inter: Moratti pensa di nuovo all'esonero di Ranieri, pronto Stramaccioni (Aggiornato)


Dopo la sconfitta incassata ieri sera dall'Inter sul terreno della Juventus, torna di nuovo in bilico la panchina di Claudio Ranieri. Il patron nerazzurro Massimo Moratti, già più volte in procinto di esonerare il tecnico testaccino in questi ultimi mesi, ma finora sempre frenato dal timore di destabilizzare ulteriormente l'ambiente, sembra infatti vicino a propendere per questa decisione, nella speranza di dare una scossa alla squadra e di provare a salvare in parte l'onore, acciuffando in extremis almeno un posto in Europa League.

L'ex allenatore di Chelsea, Juventus e Roma è sotto accusa in particolare per le inspiegabili sostituzioni dei giovani Obi e Poli, i due uomini che fino alla loro forzata uscita dal campo erano riusciti a mettere più in difficoltà l'undici di Antonio Conte. L'uomo scelto per fare da "traghettatore" fino al termine della stagione, in attesa di scegliere tra i papabili Bielsa, Blanc e Villas Boas, sarebbe il trentacinquenne allenatore della Primavera, Andrea Stramaccioni, fresco trionfatore nella NextGen Series, una sorta di Champions League per gli under-19.

Il presidente nerazzurro, atteso come al solito dai giornalisti all'uscita dalla sede della Saras di Milano, sembra però smentire queste voci: "È un brutto colpo quello di ieri? Se le dicessi di no mentirei. Chiaro che è un brutto colpo, in parte immeritato per il primo tempo, ma bisogna far gol e non l'abbiamo fatto, quindi è normale che si possa perdere. Ranieri sino a fine stagione? Penso di sì".

Moratti ha comunque esaltato la recente prestazione della Primavera, suggerendo il possibile utilizzo di alcuni elementi in prima squadra: "Sono giocatori molto giovani e un allenatore capisce di più se sono all'altezza, ma vedendoli il morale sale perché c'è una buona percentuale di giocatori bravi. Tre o quattro potrebbero già giocare qualche minuto forse, ma io non sono un allenatore".

Smentita anche da parte del diretto interessato, intervistato poche ore fa da Sky Sport, che si è detto comunque disponibile nel caso in cui arrivasse una chiamata: "Se Moratti chiama io rispondo sempre, in generale. È il mio presidente, io risponderò sempre alle sue chiamate, ma non mi ha chiamato nessuno".

Foto | © TMNews

  • shares
  • Mail
29 commenti Aggiorna
Ordina: