Andrea Stramaccioni: chi è il nuovo allenatore dell'Inter?

Chi è Andrea Stramaccioni?
Andrea Stramaccioni è il nuovo allenatore dell'Inter, ma non sono pochi i tifosi nerazzurri (ed anche gli altri) a domandarsi "Chi è Stramaccioni?". L'esonero di Claudio Ranieri è un fulmine a ciel sereno soltanto fino ad un certo punto, d'altra parte il tecnico romano aveva già maturato quasi il "record" di giorni da allenatore dell'Inter dopo la separazione con José Mourinho: meglio di lui (una decina di giorni in più) soltanto Rafa Benitez. Persino Leonardo (più per scelta sua che dell'Inter) era durato meno, senza citare la brevissima parentesi di Gasperini.

Stramaccioni e Ranieri hanno qualcosa in comune, provengono entrambi dalla Roma. A soli 35 anni Stramaccioni è considerato un allenatore vincente, almeno nel settore giovanile. Sulla panchina giallorossa ha conquistato (al primo colpo) uno scudetto giovanissimi nazionali (nel 2007), lui che arrivava dalla Romulea "pescato" da Bruno Conti che ha sempre creduto in lui, poi ha trionfato con gli Allievi nel 2010 aggiudicandosi lo scudetto e il Torneo di Arco riuscendo a non perdere mai una partita.

Il suo ultimo successo è arrivato nel torneo NextGen Series, avventurosamente definita la "Champions League" giovanile, proprio nella giornata di domenica. Poche ore dopo l'Inter "dei grandi" perdeva a Torino contro la Juventus decretando la fine dell'esperienza di Ranieri sulla panchina nerazzurra che regala a Stramaccioni la sua grande possibilità, lui che in tanti anni alla Roma questa possibilità se l'era vista sempre negata.

Già perché la separazione fra Stramaccioni e la Roma è stata traumatica: il giovane allenatore non si sentiva considerato, nonostante i successi maturati. Lo scorso anno Vincenzo Montella era passato dai giovanissimi (quindi un gradino sotto rispetto al nuovo allenatore dell'Inter) direttamente in prima squadra, la naturale promozione in Primavera era bloccata dalla presenza del preparatissimo Alberto De Rossi, padre del calciatore Daniele e apprezzato allenatore che quest'anno ha già conquistato la Coppa Italia in finale con la Juventus. Insomma, per Stramaccioni, nessuna parentela illustre, una laurea in giurisprudenza e nessuna esperienza da calciatore pregressa.

Ora dovrà affrontare il grande salto, una strada già percorsa dal citato Montella sul quale in tanti avevano forti dubbi (in parte confermati nel finale della scorsa stagione) poi totalmente fugati dallo straordinario campionato condotto dal suo sorprendente Catania.

Stramaccioni riuscirà a ripetersi, resterà soltanto un "traghettatore" oppure "si brucerà"?

  • shares
  • Mail
65 commenti Aggiorna
Ordina: